since 1927Feed aggregator / Sources / Lega di serie D


Condividi contenuti LND logo
Feed del portale nazionale LND
Updated: 14 ore 47 min fa

Il mondo del calcio ricorda le vittime di Barcellona

Gio, 17/08/2017 - 23:00

Un minuto di silenzio su tutti i campi di ogni categoria, dalla Serie A ai Dilettanti, per la tragedia che ha colpito la Spagna

Il Presidente Federale Carlo Tavecchio, d'intesa con il Presidente del CONI Giovanni Malagò, ha disposto l'osservanza di un minuto di raccoglimento in occasione di tutte le gare in programma durante il fine settimana per ricordare le vittime della tragedia di Barcellona. Dalla Serie A ai campionati della Lega Nazionale Dilettanti, tutto il mondo del calcio si stringe attorno alla Spagna, duramente colpita da attacchi terroristici che hanno provocato anche vittime di nazionalità italiana.

Categorie: L'Aquila

Serie D: I calendari

Dom, 13/08/2017 - 23:00

Calcio d’inizio del Campionato d’Italia fissato per il 3 settembre alle ore 15.00. 34 giornate tutte da vivere (38 per i gironi A e D) fino al termine della stagione regolare il 6 maggio

La stagione della Serie D 2017/2018 parte il 3 settembre alle ore 15.00 con la prima giornata e si annuncia sempre più avvincente. Un Campionato che abbraccia tutte le regioni d'Italia conservando allo stesso tempo il valore dei derby provinciali e cittadini: "Da nord a sud, da est a ovest, isole comprese, mi piace sottolineare che la Serie D è il vero campionato d'Italia - ha dichiarato il Presidente della Lega Nazionale Dilettanti Cosimo Sibilia. "Rispecchia le qualità del nostro paese, le grandi città, i capoluoghi di regione e di provincia, che si portano dietro una grande tradizione calcistica e tifoserie appassionati. La D rappresenta anche l'Italia dei piccoli centri, squadre partite dal basso che hanno raggiunto il vertice e la soglia del calcio professionistico. Realtà che con sacrifico, idee e dignità cercano di tener testa alle grandi realtà. Questi confronti affascinanti rendono possibili le favole del calcio che fanno appassionare la gente. Anche per la stagione 2017/2018 la LND e il Dipartimento Interregionale hanno composto i gironi seguendo il criterio d'interregionalità con attenzione alla collocazione geografica dimostrando vicinanza alle società per contenere i costi. Sono certo che sarà una Serie D spettacolare ed avvincente. Buon campionato a tutti". Dello stesso tenore il saluto del Coordinatore del Consiglio del Dipartimento Interregionale Luigi Barbiero: ""Auguro che sia un campionato avvincente, come successo negli anni scorsi, un campionato importante, che valorizzi non solo le squadre di grandi tradizioni ma anche le piccole. Una Serie D che deve garantire la sua collocazione, il quarto campionato d'Italia. Con grande orgoglio possiamo assumere questo impegno soprattutto le società che con grandi sacrifici partecipano alla competizione. Ringrazio il presidente della LND e tutti i componenti del dipartimento per il lavoro svolto. Adesso la parola passa al campo, auguri a tutti, in bocca al lupo e che sia una grande Serie D". 
  L'organico arrivato a quota 166 squadre ha spinto il Dipartimento a formulare due gironi a 20 club, quindi con 38 giornate, mantenendo gli altri sette alla tradizionale quota di 18 società e 34 turni. Si è puntato a rendere quanto più lineare e omogeneo il calendario dei nove gironi che saranno interrotti solo da tre soste, il 24 e 31 dicembre per le festività Natalizie e l'11 marzo per l'impegno della Rappresentativa al Torneo di Viareggio. Si parte alle 16.00 fino al 20 agosto, dal 3 settembre le partite prenderanno il via alle 15.00. Dal 29 ottobre il calcio d'inizio è fissato alle 14.30, dal 25 marzo si torna alle 15.00. Dal 13 maggio fino al termine della stagione le gare scatteranno alle 16.00. Il giro di boa per i nove gironi avverrà il 17 dicembre con l'ultima giornata del girone d'andata mentre il 6 maggio calerà il sipario sulla stagione regolare. Il turno infrasettimanale che riguarderà tutti i gironi è previsto per il 1 novembre 2017. L'unica variazione di tutta la D è quella tradizionale in concomitanza con la Pasqua, la 12^ giornata di ritorno (la 14^ per i gironi A e D) invece di disputarsi domenica 1 aprile sarà anticipata a giovedì 29 marzo. Quattro i turni infrasettimanali che coinvolgono solo gironi a 20 squadre (A e D): La 3^ giornata è in programma mercoledì 13 settembre, la 9^ il 18 ottobre, la 22^ il 17 gennaio e la 28^ il 21 febbraio. Un calendario lineare che ricalca la tradizionale solidità della Serie D.
  Tra derby, sfide tra squadre blasonate e realtà agli antipodi ogni giornata di ciascun girone propone almeno una partita di spessore e dagli spunti interessanti. Sarebbe impossibile elencarle tutte ma scorrendo l'Italia della Serie D dal girone A fino a quello I si possono citare alcune sfide da cerchiare con la matita rossa. Nell'A dopo sette anni torna l'affascinante derby tra Varese e Como (10 settembre e 14 gennaio). Varese e Varesina di fronte il 17 dicembre e il 6 maggio. Da rimarcare i tre derby del pavese tra Pavia, Oltrepovoghera e Derthona. Tanto fascino per Pavia-Casale con il ritorno a Casale Monferrato in programma a tre giornate dal termine del campionato. Nel B le trentine Dro, Levico e Trento s'incontrano subito tra la 3^ e la 4^ di andata. Lumezzane e Lecco incrociano i tacchetti il 26 novembre e 15 aprile. Nel C sarà Davide contro Golia quando il Mantova il 10 settembre andrà a far visita al Cjarlins Muzane, il 22 ottobre a Calvi Noale, il 4 marzo a Motta di Livenza con la Liventina e tanti altri piccoli centri che accoglieranno la corazzata virgiliana. Nel D il 24 settembre alla 5^ subito il derby romagnolo Rimini-Forlì (ritorno il 28 gennaio). Quello del Valdarno tra Montevarchi e Sangiovannese il 1 ottobre e il 4 febbraio. Nel girone E fascino unico per Sanremo-Savona (5/11 e 25/3) e per Viareggio-Massese (19/11 e 8/4). Nell'E tutto da seguire il derby abruzzese tra Avezzano e l'Aquila (5/11 e 25/3) e quello marchigiano Jesina-Vis Pesaro (15/10 e 18/2). Campobasso-L'Aquila è in programma il 1 novembre e il 18 marzo. Partenza con il botto del G con Rieti-Latina già alla 1^ giornata. Alla 15^ e alla 32^ il derby dell'Ogliastra tra Tortolì e Lanusei. Nel girone H sfida campana doc tra Turris e Cavese (10 settembre e 14 gennaio). Taranto-Potenza si affrontano 10 dicembre e alla penultima giornata. Da sottolineare Manfredonia-Taranto (3/12 e 22/4), Nardò-Manfredonia (26/11 e 15/4) e Taranto-Nardò (29/10 e 4/3). La Puglia felix va in scena con Gravina-Cerignola il 10 dicembre e 29 aprile. Lo scontro tra le nobile decadute apre la stagione, l'andata di Taranto-Aversa Normanna si gioca il 3 settembre, il ritorno il 7 gennaio. Nell'I torna dopo venti anni il derby Messina-Igea Virtus tra la città capoluogo ed il centro più grande della provincia in programma il 5 novembre e 25 marzo. Altra sfida siciliana che mancava da tempo quella tra Messina e Acireale (8/10 e 11/2). Nocerina-Ebolitana si gioca il 1 ottobre e il 4 febbraio. Messina-Nocerina arriva presto, già il 10 settembre alla 2^ giornata.

Categorie: L'Aquila

Serie D: I gironi

Gio, 10/08/2017 - 23:00

Il Dipartimento Interregionale ha fissato l'organico a 166 squadre e pubblicato i 9 gironi per il campionato 2017/2018

La Serie D anche per la stagione 2017/2018 si conferma il Campionato d'Italia per antonomasia con 166 squadre rappresentanti tutte le regioni ad esclusione della Valle D'Aosta. Sono state ammesse in soprannumero secondo l'articolo n.52 delle Norme Organizzative Interne della F.I.G.C. Como, Latina, Mantova e Messina mentre sono state ripescate Sasso Marconi, Olginatese, Francavilla, Recanatese, Acireale, Roccella, Cittanovese, Sangiovannese, Derthona e Levico. Sette gironi su nove sono composti da 18 squadre, quelli A e D invece sono formati da venti sodalizi. Il Dipartimento Interregionale nonostante la varietà delle società che compongono il mosaico della Serie D è riuscito a raggruppare i club secondo logica regionale ad eccezione di quelli più numerosi. La Lombardia è la regione più rappresentata grazie a 28 squadre. Oltre alle decine di piccole località che sono da sempre la forza della Serie D in questa stagione saranno rappresentati nel massimo campionato dilettantistico ben quattro capoluoghi di regione e diciotto di provincia. Trento, L'Aquila, Campobasso e Potenza avranno i rispettivi club come alfieri regionali. I diciotto capoluoghi di provincia sono lo specchio di una Serie D che si sviluppa da nord a sud, da est a ovest senza soluzione di continuità come un vero e proprio romanzo popolare italiano. Le provincie saranno rappresentate da Mantova, Como, Lecco, Pavia e Varese per la Lombardia; Belluno e Rovigo per il Veneto; Savona per la Liguria; Rimini e Forlì per Emilia Romagna; Massa per la Toscana; Pesaro per le Marche; Rieti e Latina per il Lazio; Nuoro per la Sardegna; Taranto per la Puglia; Vibo Valentia per la Calabria; Messina per la Sicilia. Contando solo i capoluoghi di regione e provincia la Serie D può contare su un bacino potenziale di oltre sette milioni di tifosi. Il fascino del confronto tra piccoli centri e grandi realtà sarà ancora una volta il punto di forza della Serie D. Il via del campionato è fissato per domenica 3 settembre, i quattro fuoriquota da schierare in campo dovranno essere uno del '97, due del '98 e un calciatore del '99.

I club della D divisi per regione: Abruzzo 7, Basilicata 3, Calabria 5, Campania 12, Emilia Romagna 13, Friuli Venezia Giulia 2, Lazio 12, Liguria 8, Lombardia 28, Marche 8, Molise 2, Piemonte Valle D'Aosta 8, Puglia 8, Sardegna 6, Sicilia 6, Toscana 15, Trentino Alto Adige 3, Umbria 3, Veneto 15 e San Marino.

Questa la composizione dei gironi


Girone A: Arconatese, Caronnese, Como, Folgore Caratese, Inveruno, Olginatese, Oltrepovoghera, Pavia, Pro Sesto, Seregno, Varese, Varesina, Borgaro Torinese, Borgosesia, Bra, Casale, Castellazzo, Chieri, Derthona, Gozzano.

Girone B: Aurora Pro Patria, Bustese, Lecco, Caravaggio, Ciliverghe Mazzano, Ciserano, Crema, Darfo Boario, Grumellese, Lumezzane, Pergolettese, Ponte Isola, Rezzato, Scanzorosciate, Virtus Bergamo, Dro Alto Garda, Levico, Trento.

Girone C: Mantova, Cjarlins Muzane, Tamai, Abano, Adriese, Ambrosiana, Belluno, Calvi Noale, Campodarsego, Clodiense Chioggia, Delta Rovigo, Este, Legnago, Liventina, Montebelluna, Azignano Valchiampo, Union Feltre, Virtus Vecomp Verona.

Girone D: Castelvetro, Correggese, Fiorenzuola, Forlì, Imolese, Lentigione, Mezzolara, Rimini, Romagna Centro, Sammaurese, Sasso Marconi, Vigor Carpaneto, Aquila Montevarchi, Colligiana, Pianese, Sangiovannese, Tuttocuoio, Sporting Trestina, Villabiagio, Vivialtotevere Sansepolcro.

Girone E: Albissola, Argentina, Finale, Lavagnese, Ligorna, Savona, Sestri Levante, Unione Sanremo, Ghivizzano, Massese, Ponsacco, Real Forte Querceta, Rignanese, San Donato Tavarnelle, Scandicci, Seravezza, Valdinievole Montecatini, Viareggio.

Girone F: Avezzano, Francavilla, L'Aquila, Nerostellati, Pineto, San Nicolò Teramo, Vastese, Castel Fidardo, Fabriano Cerreto, Jesina, Matelica, Monticelli, Recanatese, Sangiustese, Vis Pesaro, Città di Campobasso, Olympia Agnonese, San Marino.

Girone G: Albalonga, Anzio, Aprilia, Atletico, Cassino, Flaminia, Latina, Lupa Roma, Monterosi, Ostia Mare Lido, Rieti, Trastevere, Budoni, Lanusei, Nuorese, San Teodoro, Sassari Latte Dolce, Tortolì.

Girone H: Az Picerno, Francavilla (Pz), Potenza, Alto Tavoliere San Severo, Audace Cerignola, Gravina, Manfredonia, Nardò, Sporting Fulgor, Taranto, Team Altamura, Aversa Normanna, Pomigliano, Cavese, Città di Gragnano, Frattese, Sarnese, Turris.

Girone I: Ebolitana, Ercolanese, Gelbison, Nocerina, Portici, Cittanovese, Isola Capo Rizzuto, Palmese, Roccella, Vibonese, Acireale, Città di Gela, Igea Virtus, Messina, Paceco, Palazzolo, Sancataldese, Troina. 

Categorie: L'Aquila

La LND riscrive la storia: Cinque sostituzioni nei dilettanti

Gio, 03/08/2017 - 23:00

Il Consiglio Federale ha approvato la proposta della LND, le sostituzioni salgono da tre a cinque

Storico cambiamento nell'universo dei dilettanti, il Consiglio Federale della FIGC ha approvato la proposta avanzata dal Consiglio Direttivo della Lega Nazionale Dilettanti su impulso del Presidente Cosimo Sibilia, recependo una circolare dell'IFAB: da questa stagione sportiva tutte le squadre dei campionati dilettantistici potranno effettuare cinque sostituzioni invece delle tre canoniche. La novità ovviamente non riguarda il futsal, rimane invariato anche il regolamento dell'attività giovanile della LND che prevede sempre sette sostituzioni e quello della Serie A femminile su precisa indicazione dell' IFAB. Comprensibilmente soddisfatto il Presidente della Lega Nazionale Dilettanti e Vice Presidente Vicario della FIGC Cosimo Sibilia che si è fatto promotore in prima persona di questo storico cambiamento:" Abbiamo compiuto un passo importante, una conquista ottenuta grazie al lavoro di squadra. Quando si fa sistema si ottengono risultati significativi. Una decisione che conferma ancora una volta la centralità della Lega Nazionale Dilettanti all'interno del sistema calcio. Le cinque sostituzioni rispondono ad un esigenza di cambiamento che sta attraversando il calcio a livello mondiale e l'Italia così fa uno scatto in avanti nel processo di miglioramento".

 

Categorie: L'Aquila

Messaggio del Presidente della LND

Gio, 03/08/2017 - 23:00

L'augurio di Cosimo Sibilia per la stagione 2017/2018

Lasciato alle spalle un intenso periodo di attività, purtroppo funestato nei mesi scorsi dalla prematura scomparsa del Vice Presidente della L.N.D., Fabio Bresci e dal vuoto incolmabile della sua dipartita generato in tutti coloro che hanno avuto la fortuna di conoscerlo, si apre ufficialmente una nuova stagione sportiva che, nell'auspicio di tutta la L.N.D., vuole caratterizzarsi per un sempre più significativo impegno a favore delle Società e dei tesserati tutti. In primo luogo, sul piano dell'agevolazione dei costi, è stato deliberato che tutte le Società di nuova affiliazione che vorranno partecipare al Campionato di Terza Categoria lo potranno fare con totale esenzione dei costi di iscrizione. Analogo trattamento sarà riservato per le Società di "puro" Settore Giovanile che vorranno affiliarsi alla Lega Nazionale Dilettanti, a quelle che prenderanno parte all'attività di Calcio Femminile e di Calcio a 5 con riferimento ai campionati che costituiscono la "base" di partenza in ambito territoriale. Uno specifico "premio fedeltà", con la distribuzione di materiale sportivo, sarà inoltre riservato a tutte le Società che, da almeno due stagioni sportive, prendono parte all'attività di Terza Categoria. La Lega Nazionale Dilettanti, inoltre, ha già ottenuto importantissimi risultati sul fronte della riduzione delle spese, in particolare di quelle arbitrali e assicurative, e continuerà a perseguire la politica del contenimento dei costi, nell'ottica di un costante miglioramento che rappresenta un obiettivo fondamentale per garantire alle Associate un livello di servizi sempre più elevato ed efficiente. Tra questi, vi saranno sempre più Corsi per Dirigenti per intensificare la diffusione della "dematerializzazione" dei tesseramenti che, in prospettiva, porterà a realizzare la possibilità, per ogni singola Società, di compilare automaticamente le singole distinte di gara. Desideriamo confermare che per la Lega Nazionale Dilettanti resterà un obiettivo primario quello di affiancare le Società che, a causa della persistente crisi economica che interessa il Paese, si trovano in difficoltà. Auspichiamo che, accentuando un dato percentuale che sembra caratterizzare un netto miglioramento registratosi nelle ultime due stagioni sportive, non abbiano più a verificarsi episodi di violenza ai danni dei Direttori di gara, manifestando così in maniera concreta il rispetto per la funzione che settimanalmente svolgono le migliaia di arbitri su tutti i campi. E' necessario, inoltre, richiamare l'attenzione di tutti sul rispetto delle norme in materia di tutela della salute, in particolar modo per quanto riguarda la presenza dei defibrillatori all'interno di ogni impianto sportivo. Siamo certi che ci saranno ulteriori occasioni per proseguire nel dialogo che, sin dal primo momento, abbiamo fortemente voluto con tutte le Società ed i tesserati. Tra poco la parola passerà nuovamente al campo, con la grande novità rappresentata dall'introduzione delle cinque sostituzioni nei Campionati dilettantistici. Sarà proprio il campo, dunque, il banco di prova per verificare se i sacrifici, l'impegno, il lavoro quotidiano avranno prodotto risultati. L'augurio è che tutti, Dirigenti, Allenatori, Calciatrici e Calciatori, possano realizzare i loro sogni nel corso della nuova stagione sportiva. Buon Campionato a tutti !   Cosimo Sibilia 

Categorie: L'Aquila

In vista un passaggio epocale per i dilettanti, le sostituzioni potrebbero diventare cinque

Lun, 31/07/2017 - 23:00

Il Consiglio Direttivo chiederà alla FIGC l’applicazione della circolare IFAB

Il Consiglio Direttivo della Lega Nazionale Dilettanti, riunitosi oggi a Roma, ha deciso che in occasione del prossimo Consiglio Federale chiederà alla FIGC di applicare la circolare dell'IFAB che prevede l'aumento delle sostituzioni da tre a cinque, ad eccezione del futsal che ha una regolamentazione a parte, fatto salvo il regolamento dell'attività giovanile della LND che prevede sempre sette sostituzioni.
Riguardo al campionato Serie D sempre il Consiglio Direttivo, esaminata la documentazione presentata dal Dipartimento Interregionale e il parere della Co.Vi.So.D., ha deliberato di non accogliere il ricorso presentato dall'Ancona.
Riguardo il calcio femminile il C.D. ha ammesso in B tutte le squadre ripescate portando l'organico complessivo a 57 sodalizi.
Sempre il C.D. ha deliberato le sedi dei Tornei delle Regioni 2018: la competizione di calcio a undici femminile e maschile si disputerà in Abruzzo sempre nel periodo di Pasqua mentre quella del C5 maschile e femminile a fine aprile in Umbria.
Approvata la modifica degli articoli 21, 22 e 22 bis riguardo l'onorabilità dei dirigenti delle società sportive che in caso di dolo accertato comporterà la preclusione per almeno tre stagioni sportive, limitatamente alle attività della LND e del settore giovanile, a ricoprire cariche da dirigenti per tutti coloro che hanno già svolto ruoli dirigenziali e siano stati componenti dei direttivi dei sodalizi.
Inoltre su impulso del Presidente LND Cosimo Sibilia la Lega Nazionale Dilettanti ha confermato l'impegno nella promozione dei campionati di "Quarta categoria" con il CR Lombardia quale comitato coordinatore.
Il Consiglio Direttivo infine ha dato il via ai due nuovi progetti riguardanti le attività delle Rappresentative Nazionali LND e all'area comunicazione e marketing.

 

Categorie: L'Aquila

Tratta baby calciatori, la posizione della LND sull'indagine

Gio, 20/07/2017 - 23:00

Sibilia commenta le notizie riportate dagli organi d'informazione.

Dopo le notizie diffuse dai principali organi di informazione, in merito all'indagine che ricostruisce gravi irregolarità sul tesseramento di giovani calciatori ed illeciti sportivi anche tra i dilettanti, ecco il commento del Presidente della Lega Nazionale Dilettanti Cosimo Sibilia: "Esprimo preoccupazione per gli esiti dell'inchiesta coordinata dalla Procura di Prato che coinvolge anche il nostro mondo. Massima fiducia nel lavoro della magistratura ordinaria e sportiva e l'auspicio che per tutti il calcio dei giovani sia sempre e solo gioia e competizione leale".

Categorie: L'Aquila

Riduzione dei costi per le società

Mar, 18/07/2017 - 23:00

Diminuisce il premio per la denuncia dei sinistri riguardo i tesserati

La Lega Nazionale Dilettanti, di intesa con la Generali Italia S.P.A, anche per la stagione sportiva 2017/2018 conferma la procedura di denuncia dei sinistri per tesserati e dirigenti delle società della Lega Nazionale Dilettanti. Il premio pro capite per la nuova stagione è ridotto a 29 euro per gli assicurati delle categorie Calciatori e Allenatori, mentre per quanto attiene al premio relativo alla categoria Dirigenti l'importo pro capite è ridotto a 5 euro. "Sono particolarmente orgoglioso di poter annunciare per la stagione 2017/18 la conferma della tutela assicurativa per tesserati e dirigenti della Lnd - ha spiegato il Presidente della Lega Nazionale Dilettanti, Cosimo Sibilia -. Le nuove condizioni ottenute da Generali Italia Spa, che ringrazio, consentiranno alle nostre società di ottenere un sensibile risparmio, sia per quanto riguarda il premio per giocatori e allenatori, sia per quello relativo ai dirigenti ufficiali. È un altro piccolo grande passo nel cammino che abbiamo intrapreso verso una Lega più vicina al territorio e più accessibile a tutti. Una strada che non può prescindere dal rendere più sostenibili i costi per le nostre società. È la nostra missione, la porteremo a termine passo dopo passo".    

 

Categorie: L'Aquila

I campionati nazionali della LND

Dom, 09/07/2017 - 23:00

Le date d'inizio e gli orari

La Lega Nazionale Dilettanti si appresta a far vivere ai suoi protagonisti ed appassionati un'altra stagione intensa ed emozionante. La prima competizione nazionale, sotto l'egida della LND, prenderà il via il 20 agosto quando scatterà il turno preliminare della Coppa Italia Serie D. Il 3 settembre si alzerà il sipario sul campionato Serie D e sulla Coppa Italia di calcio femminile. Il 16 dello stesso mese prenderà il via la stagione della Juniores sempre dei sodalizi della quarta serie.
Il 23 settembre si assegnerà il primo trofeo della stagione 2017/2018, la Supercoppa di calcio femminile che vedrà di fronte le campionesse d'Italia della Fiorentina Women's (vincitrici anche della coppa Italia) e la finalista di coppa Brescia. Sette giorni dopo, il 30 settembre si alzerà il sipario sulla Serie A di calcio femminile, il 1 ottobre sarà il turno del campionato cadetto in rosa.
La Fase Nazionale della Coppa Italia Dilettanti aprirà i battenti il 21 febbraio. Il 12 maggio prenderà il via la Fase Nazionale della Juniores Regionale e il 20 maggio inizieranno le sfide tra le seconde di Eccellenza che termineranno il 10 giugno.
Le Finali: la Coppa Italia Dilettanti sarà assegnata il 18 aprile, il titolo Juniores il 16 giugno.

Gli orari ufficiali:

Dal 30 luglio 2017: ore 16.00
Dal 10 settembre: ore 15.30
Dal 29 ottobre: ore 14.30
Dal 28 gennaio 2018: ore 15.00
Dal 25 marzo: ore 16.00
Dal 22 aprile: ore 16.30

Categorie: L'Aquila

LND e i numeri delle maglie da gioco per la stagione 2017/2018

Lun, 03/07/2017 - 23:00

Un passo verso il futuro, un risparmio per le società

La proposta espressa dal Consiglio Direttivo della Lega Nazionale Dilettanti è stata accolta dal Consiglio federale della FIGC ed ora è realtà. A partire dalla stagione 2017/2018 per la prima volta nella storia del calcio i giocatori partecipanti ai campionati dilettantistici nazionali, regionali e provinciali, nonché dei campionati giovanili Juniores, in deroga all'articolo 72 delle N.O.I.F., potranno indossare per tutta la stagione la maglia con lo stesso numero (da 1 a 99, non necessariamente progressivo). Una novità che permetterà alle società di potenziare il marketing ed il merchandising, reperendo così nuove risorse, ed al contempo di risparmiare sulle spese del materiale tecnico.

Anche per il calcio femminile continua la felice iniziativa che sta portando benefici ai sodalizi nazionali. Confermata la facoltà per le calciatrici dei campionati Nazionali A e B 2017/2018 della personalizzazione dei numeri e dei cognomi per tutta la stagione.

Categorie: L'Aquila

Beach Soccer: conclusa la tappa di Castellammare del Golfo

Dom, 02/07/2017 - 23:00

Il Catania si prende il derby con la Sicilia e fa il pieno di punti. Inseguono Barletta, Terracina, Canalicchio Ct e Napoli

Si è chiusa con un bagno di folla la prima tappa del girone B (centro sud) della Serie Aon, il campionato ufficiale di calcio in spiaggia organizzato dalla Figc-Lega Nazionale Dilettanti. La straordinaria bellezza del mare di questo tratto della costa siciliana occidentale, la maestosità del Beretta Beach Stadium incastonata nel borgo marinaro di Castellammare del Golfo, insieme alla passione della gente per questa giovane ed emozionante disciplina, sono stati gli ingredienti ideali per un evento di sport e divertimento di perfetta riuscita. Importante l'impegno del promoter locale, Massimo Messina, insieme all'amministrazione comunale, registi impeccabili di una tappa caratterizzata dalla calorosa partecipazione del pubblico e dalla giusta sintonia tra i partner commerciali e l'agonismo sulla sabbia. Le nove squadre del centro sud si sono date sportivamente battaglia in quattro gare emozionanti che hanno confermato ai vertici del raggruppamento meridionale a punteggio pieno il Catania che non ha lasciato scampo a Licata, Napoli e Sicilia. Con quest'ultima non c'è stata gara, un 12-0 che non ha bisogno di commenti. La squadra di Fabio Panizza in tre gare ha segnato 33 gol subendone solo uno. Sette i centri per Palmacci, sei per Zurlo, cinque per Bruno Xavier, tutti gli elementi della rosa hanno gonfiato la rete. Una chiara e limpida prova di forza da parte del Catania. La Sicilia comunque ha fatto il suo, nella seconda giornata ha superato il Lamezia nello scontro diretto per la salvezza prendendosi tre punti importanti.  Il Canalicchio ha fatto il suo vincendo entrambe le sue partite di tappa con Terracina ed Ecosistem Cz. Dopo la grande prestazione nella 1^ giornata con i pontini gli etnei si sono ripetuti con i calabresi nell'ultimo turno marchiato a fuoco dal rumeno Maci autore di una doppietta. Polastri e Calmon hanno apposto le loro firme in entrambe le partite. Nel sodalizio calabrese l'unico che sorride è Perciamontani autore in questa tappa di quattro timbri.  Napoli e Barletta hanno chiuso la tappa entrambe a quota sei punti. Nella terza giornata i partenopei hanno battuto i pugliesi con un sonoro 4-1 maturato comunque nel terzo tempo grazie a una tripletta del giovane Carlo Fiore. Per il Napoli a segno anche lo spagnolo Kuman che ha chiuso la tappa a quota tre gol. La squadra di mister Dibenedetto può ritenersi comunque soddisfatta per aver conquistato due successi negli scontri diretti con Catanzaro e Licata grazie anche ai quattro centri di Onofrio Colella. Il Terracina dopo la caduta inaspettata nella prima giornata si è rifatto con l'Ecosistem Cz ed oggi ha ricoperto il Licata con 11 reti. Ok i ragazzi cresciuti sul litorale pontino, tripletta per Mucciarelli e Borelli, doppietta per Bagnara, rispettivamente classe '93, '91 e '97.  Il Presidente della Lega Nazionale Dilettanti Cosimo Sibilia ha voluto inviare un messaggio ai protagonisti della tappa:" La scelta di una nuova location è strategica, rientra nel progetto di diffusione della disciplina. La mission della LND d'altronde è chiara, promuovere il calcio sempre e comunque. Con il beach soccer copriamo anche il periodo estivo".  Il Presidente del Comitato Regionale LND Sicilia Santino Lo Presti è venuto ad assistere alle gare che hanno chiuso la tappa per testimoniare la sua vicinanza ad uno sport che lo ha visto Coordinatore per diversi anni. Nel 2011 quando Lo Presti era a capo del beach soccer la disciplina è stata inserita nello statuto federale.

Il campione pluridecorato della nazionale rossocrociata e del Catania Dejan Stankovic ha riassunto in poche parole il significato del beach soccer in Italia:" Questo è il campionato più bello e competitivo al mondo. Torno sempre volentieri in Italia perché qui sono nato come giocatore, qui ho imparato tutto quello che so sul beach soccer fino a vincere il titolo europeo sfiorando quello mondiale. La Serie A è la più difficile e poi, giochiamo in posti affascinanti che solo l'Italia sa offrire, amo questo sport e questo paese". Anche il giocatore brasiliano Bruno Xavier, a giudizio di tutti il migliore al mondo, ha tessuto le lodi della Serie Aon:" Ho iniziato con Vasto e poi sono cresciuto con Catanzaro, devo tanto al campionato italiano che è il miglior al mondo insieme forse a quello russo. L'atmosfera della Serie A è simile a quella delle competizioni brasiliane, tanta passione, professionalità e qualità". Bruno con la nazionale verdeoro ha incontrato diverse volte gli azzurri:" La Nazionale italiana è una delle più forti al mondo, lo è da sempre e negli anni è rimasta ai vertici grazie al campionato che allena i giocatori ed è un grande serbatoio per la formazione azzurra".

 


RISULTATI
1^GIORNATA Venerdì 30 giugno Canalicchio Ct-Terracina 4-3  Ecosistem CZ-Barletta 2-5  Napoli-Lamezia 6-1  Atletico Licata-Catania 0-13  Riposa: Sicilia

 

 

2^ GIORNATA Sabato 1 luglio Catania-Napoli 8-1 Lamezia-Sicilia 3-4  Terracina-Ecosistem Cz 2-0 Barletta-Atletico Licata 4-2  Riposa: Canalicchio CT

 

 

3^ GIORNATA Domenica 2 luglio Napoli-Barletta 4-1  Atletico Licata-Terracina 2-11 Sicilia-Catania 0-12 Ecosistem Cz-Canalicchio Ct 2-5 Riposa: Lamezia
CLASSIFICA: 9 punti Catania; 6 Terracina, Canalicchio Ct, Napoli, Barletta; 3 Sicilia; 0 Ecosistem Cz, Lamezia, Atletico Licata

 

Categorie: L'Aquila

Un anno di zapping

Mer, 21/06/2017 - 23:00

Per il secondo anno consecutivo la LND ha partecipato alla consegni dei premi Moige alla TV family friendly consegnando un riconoscimento speciale a 90° Minuto.

Si è svolta a Roma, nella suggestiva Sala della Regina presso la Camera dei Deputati, la consegna dei premi Moige (Movimento Italiano Genitori) alla TV ritenuta maggiormente family friendly, ossia qualitativamente significativa, da vedere con tutta la famiglia ed in grado di offrire buone potenzialità educative. Nell'occasione è stata presentata la guida critica, alla sua decima edizione, "Un anno di zapping".

All'interno della cerimonia sono stati consegnati anche quattro i riconoscimenti speciali: quello della Polizia Postale alla fiction "Un posto al sole" (Rai 3), quello della Polizia Stradale al cartoon "Insieme a Rosie" di RaiYoYo, quello della Federazione Italiana Cuochi a "TG5 Gusto" di Canale 5 e quello conferito dalla Lega Nazionale Dilettanti a "90° Minuto", storica trasmissione sportiva di Rai 2.

Il premio, in collaborazione con il Moige, è stato consegnato ai conduttori Paola Ferrari e Alberto Rimedio dal Segretario del Dipartimento Calcio Femminile Patrizia Cottini, che ha rappresentato la Lega Nazionale Dilettanti a causa dell'assenza del Presidente Cosimo Sibilia e dei vertici della Lega che hanno partecipato alle esequie del vicepresidente Fabio Bresci, scomparso il giorno prima.

"Un programma capace di parlare dello sport nazionale con schiettezza e passione ma senza il frastuono di discussioni antisportive, evidenziando, anche grazie alle interviste, che i valori "in campo" sono espressione di valori umani che devono essere un modello per le nuove generazioni" - queste le motivazioni del Premio speciale assegnato dalla LND a 90° Minuto.

Categorie: L'Aquila

Un minuto di raccoglimento

Mer, 21/06/2017 - 23:00

Per onorare la memoria del vicepresidente Fabio Bresci sarà osservato in tutte le gare organizzate dalla LND nel fine settimana.

Per commemorare la scomparsa del Vice Presidente della Lega Nazionale Dilettanti Fabio Bresci, morto il 21 giugno dopo una grave malattia, sarà osservato un minuto di raccoglimento in occasione di tutte le gare organizzate nel fine settimana nell'ambito della LND e per le gare delle finali dei Campionati Giovanili.

Categorie: L'Aquila

LND in lutto

Mar, 20/06/2017 - 23:00

Si è spento Fabio Bresci. Il Presidente Cosimo Sibilia, il Consiglio Direttivo ed il personale tutto, piangono la prematura scomparsa del Vice Presidente LND.

Oggi si è spento Fabio Bresci. E' stato per molti anni Presidente del Comitato Regionale della Toscana, era il Vice Presidente della L.N.D, era un uomo di sport ed un eccellente professionista. Ma soprattutto era una persona perbene. Una di quelle persone, purtroppo sempre più rare di questi tempi, che potevi additare come esempio, con la quale una stretta di mano assumeva una forza di impegno morale che diventava realtà. Mancherà alla sua famiglia, agli sportivi toscani, a tutti noi che lo abbiamo conosciuto, che lo abbiamo apprezzato, che gli abbiamo voluto bene. La morte è un avvenimento che ci rende ancora più deboli, nelle nostre fragilità quotidiane, perché ci costringe ad interrogarci sul senso della vita, sul nostro impegno di tutti i giorni. Nello stringerci con particolare affetto e commozione alla famiglia di Fabio, desideriamo citare la frase che S. Agostino ebbe a pronunciare agli amici e parenti che gli si stringevano intorno in occasione della morte della propria madre. "Non rattristiamoci di averlo perso, ma ringraziamo di averlo avuto". Caro Fabio, è stato un onore percorrere un pezzo di strada insieme a te.  Che la terra ti sia lieve.
                                                                                                                                                    Cosimo Sibilia

Categorie: L'Aquila

Finale Juniores Nazionale: Virtus Bergamo sul tetto d’Italia

Ven, 16/06/2017 - 23:00

Finale con 86’ di emozioni e bel calcio; vero spot per la ‘cantera’ della Serie D. Il successo è lombardo grazie al gol di Masinari in avvio di secondo tempo ma entrambe le squadre hanno regala

Si è concluso il Campionato Nazionale Juniores 2016/2017 lasciando agli annali del calcio giovanile italiano una finale ricca di tecnica, di agonismo ed impreziosita da una cornice di pubblico importante. Ad avere la meglio è stata la squadra guidata da Mirko Togni grazie ad un reparto avanzato tonico, dinamico, che per quasi tutta la gara ha creato nitide occasioni da gol sventate dal bravo numero uno toscano Giacomo Giorni o sprecate di un soffio. La rete che ha deciso l'incontro di Forte dei Marmi a favore della Virtus Bergamo è arrivata dopo 38'' dal fischio d'inizio di secondo tempo grazie al tap - in vincente di Masinari che, oltre a sbloccare la sfida, ha avuto il merito di accendere una ripresa intensissima dove la squadra del Vivi Alto Tevere Sansepolcro ha dato il tutto per tutto per raddrizzare il risultato. I ragazzi di mister Maurizio Falcinelli sono sfortunati al 4' quando la punizione di Christian Bruschi si stampa sulla traversa negando la rete del possibile ed immediato pareggio. Le altre recriminazioni, sul fronte toscano, riguardano la direzione arbitrale "colpevole" di non aver concesso un calcio di rigore per fallo di mano in area della Virtus Bergamo ad opera di Giorgio Probo e soprattutto, per aver annullato la rete di Luca Giovagni per un presunto fuorigioco. La finale 2016/2017 va quindi in archivio con le immagini di gioia dei bergamaschi e quelle di disperazione dei toscani comunque applauditi da tutto lo stadio nonostante qualche eccesso di nervosismo nel finale che ha visto coinvolti alcuni giocatori delle due formazioni. La tribuna centrale del "Necchi Balloni" è stata infatti gremita da tifosi, addetti ai lavori e numerosi osservatori accorsi in Versilia per valutare i tanti calciatori in campo tra i quali hanno spiccato elementi interessanti, sia nelle fila del Sansepolcro che della Virtus Bergamo, di sicura prospettiva. La Lega Nazionale Dilettanti ha seguito l'ultimo atto del Campionato Nazionale Juniores con il proprio Dipartimento Interregionale al completo, compresi i mister delle Rappresentative LND Augusto Gentilini e Francesco Statuto e con il Presidente del CR Lombardia Giuseppe Baretti. Sugli spalti anche il moderatore Luca Rutili di radio Onda Libera e l'osservatore Alessandro Degli Esposti, componente della giuria del D Club che ieri, al Gran Hotel Royal di Viareggio, ha assistito alle premiazioni dei vincitori del prestigioso contest giunto alla sua quinta edizione, organizzato dal Dipartimento Interregionale insieme ai quotidiani sportivi nazionali Corriere dello Sport e Tutto Sport. A fine primo tempo, in campo, è stato inoltre premiato il Trastevere, fresco vincitore della Coppa Disciplina Juniores; sul podio hanno trovato posto anche l'Imolese seconda classificata ed il Pineto, terza. A consegnare il riconoscimento nelle mani del presidente Pierluigi Betturri, e del direttore sportivo Andrea Calce, il Coordinatore del Dipartimento Interregionale Luigi Barbiero insieme al Consigliere Massimo Caldaroni. Al termine della sfida il Coordinatore Barbiero ha espresso la propria soddisfazione per lo spettacolo offerto dalle due contendenti: "Partita emozionante e dagli alti ritmi. Credo che il numeroso pubblico presente, bellissimo vedere una tale cornice, abbia avuto il giusto premio per la scelta di assistere a questa finale. Ho visto giocatori molto interessanti e due squadre messe ottimamente in campo. Sono molto contento - aggiunge Luigi Barbiero - per quanto si è visto in campo e molto meno contento per qualche eccesso di troppo visto nel finale che ha rischiato di rovinare una bella festa di sport. La posta in palio era senz'altro alta e nel calcio si può perdere come vincere ma la cosa più importante è quella di saper gestire, ed accettare, entrambi i verdetti". Anche il Supervisore delle Rappresentative della LND Augusto Gentilini ha voluto rivolgere i propri complimenti alle due formazioni: "auguri alla Virtus Bergamo per questo scudetto. Al di là del risultato, oggi erano a confronto due settori giovanili importanti che lavorano bene sul territorio e accompagnano la crescita di questi ragazzi fino in prima squadra. Gara vibrante che ha divertito tutti". Sulla stessa lunghezza d'onda mister Francesco Statuto: "Partita intensa tra due squadre di alto valore tecnico. La Virtus Bergamo è forse apparsa più squadra, stretta e ben collegata nei reparti. Queste caratteristiche alla fine, secondo me, hanno prevalso nel raggiungimento della vittoria". In campo è festa per la Virtus Bergamo e per il suo condottiero Mirko Togni sommerso dagli abbracci dei suoi ragazzi e visibilmente felice: "E' stata una finale intensa, combattuta, che potevamo chiudere prima. Abbiamo sofferto il ritorno del Sansepolcro ma la squadra voleva a tutti i costi questa vittoria. Questo scudetto è il premio dopo i sacrifici di un'intera stagione e del duro lavoro portato avanti. Sì, sono felice perché è stata una stagione indimenticabile". Soddisfatto anche il numero uno della Lega Nazionale Dilettanti lombarda Giuseppe Baretti: "Quella di oggi è una vittoria che porta lustro al calcio del nostro territorio. La Virtus Bergamo ha dimostrato di essere una grande società che crede nel potenziale dei giovani talenti ed è quella la via maestra per ottenere i migliori traguardi. Complimenti anche al Sansepolcro che ha fatto una grande gara"

Vivi Alto Tevere Sansepolcro - Virtus Bergamo 0 - 1

Vivi Alto Tevere Sansepolcro (4-3-3):
Giorni, Fabianelli, Fabbri $2' st Cano), Innocenti, Andreani (Cap), Bianchini, Carbonaro (6'st Villa), Massai, Mencagli, Giovacchini (25' st Giovagnini), Bruschi. A disp: Scarscelli, Lanzi, Fanucci, Zermane, Villa, Rocchini, Scaccioni. Allenatore Maurizio Falcinelli
Virtus Bergamo (4 - 4 - 2): Colleoni; Zenoni, Marzupio, Colombi, Pellegrini (25' st Cornago); Martinelli (6' st Lizzola), Probo, Baggi, Finco; Signorelli (43' st Haufadi), Masinari. A disp: Attuati, Ferrari, Pezzotta, Franchini, Maffei, Sironi. All: Togni

Arbitro: Ubaldi (Roma 1); Assistenti: Lilli (Viterbo) e D'Ilario (Roma 1); Quarto: Bianchi (Prato)
Reti: 1' st Masinari (VB),
Ammoniti: 25' pt Carbonaro (SS), 41' pt Martinelli (VB), 10' st Massai (SS), 44' st Fabianelli (SS)
Espulsi: 31' st Villa (SS)
Recupero: 1' pt / 5' st

La gara
Al "Necchi Belloni" di Forte dei Marmi è Finale tra due squadre forti, in salute e determinate a cucirsi sul petto il tricolore del Campionato Juniores 2016/2017. Il match infatti entra nel vivo fin dalle primissime battute e la prima occasione non tarda a concretizzarsi. Corre il minuto 2' quando il toscano Mencagli scalda i guanti a Colleoni e Finco, sulla sponda opposta, risponde, sprecando una ghiotta occasione calciando fuori da buona posizione. Al quarto d'ora i lombardi impegnano severamente il numero uno avversario con un tiro di Enrico Masinari telecomandato all'incrocio dei pali ma Giacomo Giorni vola e manda in angolo. Pochissime le pause e tanto agonismo condito da buone trame di gioco con rapide incursioni da una parte e dall'altra. Il pubblico incita i propri giocatori con cori, battimani, bandierine ed in campo la "battaglia" si intensifica con il passare dei minuti. Il primo cartellino giallo, forse anche un po troppo severo, arriva al 25' ai danni di Carbonaro del Sansepolcro; primo giocatore a pagare il gioco ‘maschio' che si concentra principalmente a centrocampo. Sul fronte bergamasco appare notevole l'intesa tra Signorelli, Masinari e Finco, giocatori che palla al piede danno l'impressione di poter colpire a rete da un momento all'altro grazie alla grande pressione esercitata sulla difesa del Sansepolcro. A spezzare il momentaneo ‘assedio' della Virtus ci pensa Fabbri alla mezz'ora con un tiro dalla distanza che impegna Colleoni a terra. Ancora Sansepolcro nel finale ed è probabilmente, su azione, la sua occasione migliore; Bruschi pesca Mencagli in un fazzoletto area. Il numero 9 toscano aggancia, si gira e lambisce il palo destro mancando un gol che sarebbe stato pesantissimo per "ammortizzare" le tante occasioni avute dalla Virtus Bergamo nel primo tempo. In avvio di ripresa il pubblico non ha nemmeno il tempo di riprendere posto che il risultato si sblocca. La Virtus si proietta in avanti ed arriva in zona tiro con Zenoni chiamando Giorni alla respinta corta. La palla resta comunque in area per la gioia di Enrico Masinari che, come un falco, si avventa e scocca il tap - in del vantaggio lombardo. Ora il match è in decollo completo e parte la pioggia di emozioni forti per i presenti di fede opposta. Il Sansepolcro reagisce e non perviene al pareggio per un soffio. E' la traversa a dire di no sugli sviluppi di un calcio di punizione battuto magistralmente da Christian Bruschi mentre pochi istanti dopo è l'arbitro Ubaldi, tra le vigorose proteste dei toscani, a non fischiare un fallo di mano in area lombarda. Non c'è sosta e per la Virtus, in risposta, arrivano altre tre clamorose occasioni per raddoppiare con Masinari, Signorelli e Martinelli, tutte in contropiede. Il Sansepolcro, nonostante il grande impegno e qualche occasione, non riesce a sfondare e per la Virtus è relativamente "facile" giocare principalmente di rimessa alla ricerca del gol che potrebbe chiudere i conti. Il Sansepolcro riesce invece a pareggiare al 31' con un bel diagonale del neo entrato Giovagni ma la rete viene annullata dal direttore di gara per fuorigioco. Gli animi si scaldano e Villa, del Sansepolcro, viene anche allontanato per proteste. Il finale è incandescente ed i rovesciamenti di fronte sono continui. Il Sansepolcro è imbestialito per il gol annullato in precedenza, per il rigore non concesso e per la traversa colpita da Bruschi; tutti episodi che avrebbero decretato un pareggio tutto sommato meritato. Gli ultimi istanti sono caratterizzati dal forcing toscano in area lombarda ma tra un calcio d'angolo e una respinta, la Virtus resiste e conquista lo scudetto 2016/2017.

Albo d'oro:
2016 /2017 Virtus Bergamo; 2015/2016 Poggibonsi; 2014/2015 San Cesareo; 2013/2014 Chieri; 2012/2013 Mezzocorona.
Stagioni Precedenti:

1999-2000: Puteolana; 2000-2001 Fano; 2001-2002 Canavese; 2002-2003 Canavese; 2003-2004 Bassano; 2004-2005 Savoia; 2005-2006 Noicattaro; 2006-2007 Siracusa; 2007-2008 Siracusa; 2008-2009 Sansepolcro; 2009-2010 Chiavari; 2010-2011 Fidene; 2011-2012 Città di Marino 2012-2013.

 

Categorie: L'Aquila

Juniores Nazionale: Tor di Quinto campione d’Italia

Ven, 16/06/2017 - 23:00

La squadra di laziale conquista il suo sesto titolo al termine di un match spettacolare

Il Tor di Quinto entra nella storia e si aggiudica il suo sesto scudetto Juniores Nazionale Lega Nazionale Dilettanti battendo il Fenegrò per 5-3 al termine di una partita spettacolare. Nonostante il grande caldo le squadre non si sono risparmiando tenendo alto il ritmo per tutta la partita. Nessuno in Italia ha mai fatto meglio. La formazione romana si riprende quel titolo che mancava dal 2010 al termine di una partita per cuori forti. Cinque gol solo nel primo tempo con le due squadre che si sono sorpassate a vicenda a suon di reti. Subito in vantaggio i comaschi su rigore. Dopo un momento di disorientamento il Tor di Quinto in tre minuti tra il 27' e il 30' ha ribaltato il risultato con bomber Fofi e Desideri, il capitano pronto al riscatto dopo aver procurato il rigore. A 10' dal termine del primo tempo ancora Fofi fa prendere il largo ai capitolini dimostrando un fiuto del gol da grande centravanti. Ma il Fenegrò, come dimostrato durante il percorso fino alla finale, non molla e si riporta sotto in chiusura di tempo con capitan Lojacono. Le squadre riprendono fiato nella prima metà del secondo tempo poi la partita sia accende ancora con una punizione magistrale di Carà. I comaschi non fanno in tempo ad esultare che Libertini riporta i capitolini avanti per la seconda volta nel match. Con i comaschi protesi in avanti alla ricerca disperata del pareggio il Tor di Quinto chiude il discorso in contropiede con Volponi. La squadra rossoblu supera nell'albo d'oro l'altra squadra laziale, la Vigor Perconti battuta nella finale regionale lo scorso 26 aprile che ha incoronato il gruppo di Marco Moretti campione regionale di categoria per l'11^ volta. La storia è dalla parte del Tor di Quinto, su tredici edizioni ben otto sono state conquistate dalle squadre laziali, in dieci occasioni una squadra laziale è arrivata in finale. Il Tor di Quinto ha vinto tutte le partite della fase nazionale.  La formazione comasca di Erba, alla sua prima finale nazionale della sua storia e di quella del calcio comasco di categoria, ha provato ad arginare i più quotati avversari. Il Fenegrò può comunque essere soddisfatto del cammino compiuto nella fase nazionale, solo 4 gol subiti e la rimonta importante compiuta sul campo del Giorgione nella semifinale di andata, da 0-2 a 2-2, preludio al successo nel ritorno. Il mister Ivan Stincone, da marzo sulla panchina della juniores, ha salvato la prima squadra nel campionato di Eccellenza lombarda.   Il Presidente Cosimo Sibilia assente per impegni improrogabili ha voluto inviare un messaggio ai protagonisti in campo:" La finale Juniores Nazionale da sempre è una vetrina importante per i giovani calciatori della LND. Faccio i complimenti ad entrambe le squadre perché arrivare all'ultimo atto della Coppa è un grande traguardo. Auguro a tutti i ragazzi un futuro roseo, son sicuro che questa esperienza servirà loro anche sotto l'aspetto umano".  I vincitori sono stati premiati dal Vice Presidente della Lega Nazionale Dilettanti Area Nord Florio Zanon, il Presidente del Cr Lombardia LND Giuseppe Baretti ha premiato i secondi classificati. Un riconoscimento è andato anche alla terna arbitrale che è stata premiata dal Designatore CAI Vincenzo Fiorenza. Il Vice Presidente Vicario del Cr Lazio LND Vincenzo Calzolari ha omaggiato i presidenti di entrambe le società. Presente il Segretario Generale della LND Massimo Ciaccolini.   Riavvolgiamo il nastro e riviviamo il film della partita.  Il Tor di Quinto parte forte e all'8' sfiora il vantaggio con D'Andrea che non riesce a deviare in rete un cross teso di Volponi. Cinque minuti dopo Desideri fa fallo in area su Carà, per l'arbitro è rigore. Bancora trasforma il penalty con freddezza portando in vantaggio a sorpresa i comaschi. I rossoblu accusano il colpo, i lombardi acquistano sicurezza. Ma il Tor di Quinto si scuote. Al 23' un tiro dalla distanza di Scaglietta viene deviato a fil di palo. Un minuto dopo D'Andrea viene anticipato d'un soffio a pochi metri dalla linea di porta. E' il preludio al gol, al 27' D'Andrea serve un assist perfetto a Fofi che di piatto insacca la sfera sotto la traversa. I capitolini insistono e al 30' passano in vantaggio con il capitano Desideri spintosi fin nell'area avversaria per rimediare al rigore causato. Ormai il Tor di Quinto è padrone del campo, al 30'Scaglietta da sinistra serve Fofi a centro area, l'attaccante romano ne approfitta e deposita la sfera in rete. Doppietta personale per lui, terzo gol per i suoi. Il Fenegrò non ci sta e al 40' accorcia le distanze con il capitano Lojacono che in diagonale supera Neri. Non c'è pausa, le due squadre pesano più ad offendere che a difendere, e lo spettacolo ne beneficia. Dopo 2' minuti di recupero l'arbitro decide che può bastare. 

Nel primo quarto d'ora il Fenegrò parte a razzo e sfiora il pari con Bancora. I comaschi compiono il massimo sforzo e vengono premiati. Al 23' Carà sforna una punizione dalla traiettoria perfetta con la palla che s'infila all'incrocio. Il Fenegrò non fa in tempo ad esultare che il Tor di Quinto passa ancora in vantaggio con Libertini bravo a sfruttare un'indecisione della difesa lombarda. Le fasce sono terra di conquista per entrambe le squadre, da sinistra il Marrapodi serve al centro una palla che va solo buttata dentro ma nessuno dei compagni ci arriva. Non c'è un attimo di pausa nonostante il grande caldo. Al 38' il Fenegrò sfiora il pareggio con Bancora che non approfitta di un'uscita maldestra di Neri. Da una papera all'altra, quella di Pisani costa cara, Volponi a porta vuota di testa appoggia in rete. Il Tor di Quinto si porta ancora una volta avanti di due lunghezze. E' il colpo decisivo, il Fenegrò non ne ha più, il Tor di Quinto alza la Coppa.

 Guarda gli highlights della gara 

TOR DI QUINTO-FENEGRO' 5-3

Tor Di Quinto: (3-5-2). Neri; Papa, Mileto, Scaglietta; Volponi, Desideri (Cap.), Meledandri, Consalvi (24'st Mattei), Libertini (32'st Acanfora); D'Andrea, Fofi. A disp: Leacche, Paniconi, Baldazzi, Caporali, Gallani. All: Marco Moretti Fenegrò: (4-3-2-1). Pisani; Scuderi (39'st Fairtlough), Sampietro, Evola, Bonella; Lojacono, Dell'Aquila (31'st Mengariaz), Borgoni (31'st Romeo); Marrapodi, Carà, Bancora. A disp: Nuzzolese, Napolitano, Mosca, Battaglino. All: Ivan Stincone Arbitro: Leonardo Tesi della sezione di Lucca Assistenti di linea: Marco Lencioni (Lucca) e Andrea Donato (Pistoia) Quarto: Maria Terza Travascio Reti: 13'pt Bancora (F), 27'pt Fofi (T), 30'pt Desideri (T), 35'pt Fofi (T), 40'pt Lojacono (F), 23'st Carà (F), 25'st Libertini (T), 38'st Volponi (T) Ammoniti: Desideri (T), Lojacono, Bonella (F) Espulsi: al 39'st dalla panchina Battaglino (F) Recupero: 2' + 3' Spettatori: 250 circa   ALBO D'ORO (edizioni recenti) 2017 Tor Di Quinto; 2016: Vigor Perconti; 2015 Vigor Perconti; 2014: Piovese (Pd); 2013: Vado (Sv); 2012: Vigor Perconti (Rm); 2011: Real Misano (Rn); 2010: Tor di Quinto (Rm); 2009: Tor di Quinto (Rm); 2008: N. Tor Tre Teste (Rm); 2007: Pianura (Na); 2006: Tor di Quinto (Rm); 2005: San Lorenzo (Rm); 2004: San Luigi (Ts).

 

Categorie: L'Aquila

La Fiorentina vince la Coppa Italia

Gio, 15/06/2017 - 23:00

La rete di Alia Guagni decide la finale con il Brescia. E’ festa viola che riesce nell’impresa di conquistare scudetto e coppa nella stessa stagione.

La Fiorentina alza la Coppa Italia 2016/2017, la prima della sua storia. Si tratta del secondo trofeo in stagione per la formazione guidata da Fattori e Cincotta, dopo la conquista anche del primo scudetto. Battuto in finale per 1-0 il Brescia, grazie alla rete di Alia Guagni. Sede della sfida è stato lo stadio "Il Noce", messo a disposizione dall'Asd Noceto con la collaborazione del Comitato Emilia Romagna della Lega Nazionale Dilettanti. E proprio per la LND c'erano il delegato al Calcio Femminile e vicepresidente per l'area Sud Sandro Morgana ed il presidente del CR Emilia Romagna Paolo Braiati oltre ad alcuni delegati regionali e componenti del Dipartimento Calcio Femminile. Sugli spalti anche il CT della Nazionale, Antonio Cabrini, la responsabile dell'Area Sviluppo Calcio Femminile della FIGC Patrizia Recandio. "Complimenti alla Fiorentina per il successo - ha commentato Morgana - ma va reso onore ad entrambi le squadre per l'impegno in campo, scrivendo un'altra bella pagina di calcio femminile. Nonostante le questioni sollevate nei giorni scorsi, la gara si è giocata in impianto adeguato e davanti a tanto pubblico". Subito sono arrivate le congratulazioni del presidente LND Cosimo Sibilia: "Congratulazioni alla Fiorentina per aver centrato tutti gli obiettivi stagionali. Ed ora in bocca al lupo alle viola ed al Brescia che rappresenteranno l'Italia nella prossima Champions League".

LA GARA - Fiorentina subito avanti dopo 5 minuti con Guagni che batte Marchitelli con un pallonetto. Orlandi raddoppia all'8' ma l'arbitro annulla per fuorigioco. La migliore occasione per il Brescia capita al 44' sui piedi di Rosucci che, invece di concludere a rete, cerca il passaggio in area per Tarenzi. Nella ripresa le migliori occasioni per le viola sono di Mauro e Bonetti. Il Brescia cerca invano il pari con le chance costruite da Rosucci e Bonansea.

 

BRESCIA-FIORENTINA 0-1 Reti: 5' Guagni (F) BRESCIA: Marchitelli, D'Adda, Cernoia, Rosucci, Sabatino, Girelli (dal 72'st Serturini), Bonansea, Gama, Tarenzi (dal 60'st Fuselli), Salvai, Mele (dal 1'st Eusebio); a disp. Caesar, Tyryshkina, Lenzini, Manieri; All. Bertolini FIORENTINA: Ohstrom, Guagni, Linari, Adami, Orlandi, Mauro, Bonetti, Bartoli, Vigilucci (dal 73'st Caccamo), Carissimi, Tortelli; a disp. Durante, Binazzi, Salvadori Rinaldi, Caccamo, Zazzera, Fusini, Ferrandini; All. Fattori-Cincotta Arbitro: Stefania Menicucci (Lanciano)

 

Categorie: L'Aquila

Beach Soccer - Serie Aon: Viareggio vola solitario in testa alla classifica

Gio, 15/06/2017 - 23:00

La squadra scudettata le vince tutte e tre e s’innalza sulla vetta del campionato. Segue l’Happy Car Samb, Pisa e Brescia

La tappa di Firenze, la prima del girone A del centro nord ci ha detto a chiare lettere che la Serie Aon si conferma ancora una volta come il campionato più bello del mondo, i migliori talenti del panorama internazionale sono qui, i beachers italiani continuano a sbocciare stagione dopo stagione, così ogni tappa è un film scandito da emozioni e colpi di scena. Tutto all'ombra di una delle chiese più belle d'Italia, a Piazza Santa Croce, culla del Rinascimento italiano. Una tappa iconica. Uno sport che funziona perché racchiude in sé gli aspetti più belli del calcio, lo spettacolo delle giocate tecniche con la fatica della corsa continua sulla sabbia. Trentasei minuti in cui c'è tutto, rovesciate, scambi veloci, acrobazie e agonismo, la ricerca del risultato e la voglia di divertirsi e divertire il pubblico che risponde sempre con entusiasmo. Anche in questa tappa di Firenze il "Beretta" il Beach Stadium si è riempito non solo di tifosi ma soprattutto di curiosi, turisti da tutto il mondo, donne e bambini accorsi sugli spalti con la sola voglia di assistere a uno spettacolo sportivo in completa serenità. Il Viareggio ha chiuso in testa alla classifica la tappa a punteggio pieno battendo in sequenza Livorno, Brescia e No Name Nettuno ma non è stato facile. Le assenze di Gori, Ramacciotti e Ozu si sono sentite. L'innesto di Leo è stato fondamentale, il nazionale lusitano ha segnato 10 reti diventando il bomber bianconero del campionato. In forma anche Valenti, Remedi e capitan Marinai. Bene il portiere Carpita che ha subito solo nell'ultimo match. L'Happy Car Sambenedettese ha chiuso la tappa con tre successi, uno ai rigori nel match di cartello con la Lazio e l'ultimo in scioltezza (9-2) con la Vastese. Protagonista della tappa, dopo aver già stupito in campionato, Lucas autore di due doppiette. Bene anche Perez, Palma, Addarii e Ietri, quest'ultimi due decisivi nell'ultimo incontro con la Vastese rispettivamente con due e tre gol. Il Pisa ha giocato solo due gare ed ha fatto il pieno di punti prendendosi la soddisfazione di battere il Livorno in un derby molto sentito. Protagonista il campione dei due mondi Madjer e gli azzurri Mirko Marrucci, Ortolini e Di Palma. Ai labronici non è bastata la verve di Salvadori e la "garra" degli spagnoli. Il Brescia ha preso il massimo da questa tappa, ha vinto quando doveva, con Nettuno e Romagna, ha perso rendendo la vita difficile a Viareggio. Protagonista la truppa rossocrociata della squadra lombarda: Meier, Wuest e Steinemann insieme hanno messo a segno 10 gol. La sorpresa della tappa è stata la matricola No Name Nettuno che ha colto la sua prima storica vittoria in Serie A con la Vastese ed ha dato filo da torcere ai campioni in carica del Viareggio. Ledhili e Trippa protagonisti, insieme hanno segnato sette reti.  Calcio d'inizio in grande stile con la Miss Italia 2016 Rachele Risaliti insieme all'Assessore allo Sport di Firenze Andrea Vannucci. Il Sindaco di Firenze Dario Nardella è venuto a salutare i giocatori a chiusura di tappa.  La tappa ha vissuto un momento gustoso grazie alla "Ricetta del Campione". Nella Vip Lounge del Beretta Beach Stadium, Diego Occhiuzzi, special guest ai fornelli. Animazione e musica hanno colorato la giornata, come sempre succede nel beach soccer. Grazie all'iniziativa della radio ufficiale del circuito Radio Kiss Kiss i più fortunati e veloci ad arrivare alla Beach Arena di Piazza Santa Croce a Firenze scandendo a gran voce il claim "Radio Kiss Kiss Beach Soccer 2017" hanno ricevuto in regalo il pallone ufficiale del campionato, l'unico ed originale "Seamus", quello nuovo fiammante prodotto dal partner tecnico ufficiale Macron. 
  RISULTATI
  1^GIORNATA Mercoledì 14 Giugno Livorno-Viareggio 2-5 Brescia-Noname Nettuno 9-7 Lazio-Happy Car Sambenedettese 5-6 dcr (3-3) Pisa-Romagna 4-3 Riposa: Vastese

 

2^ GIORNATA Giovedì 15 Giugno Noname Nettuno-Vastese 3-2 Happy Car Sambenedettese-Livorno 6-2 Romagna-Lazio 1-6 Viareggio-Brescia 6-2 Riposa: Pisa

 

3^ GIORNATA Venerdì 16 Giugno Happy Car Sambenedettese-Vastese 9-2 Viareggio-Noname Nettuno 9-6 Romagna-Brescia 2-5 Pisa-Livorno 5-4 Riposa: Lazio
  Classifica: 9 punti Viareggio; 7 Happy Car Samb; 6 Brescia, Pisa; 3 Lazio, No Name Nettuno; 0 Livorno, Romagna, Vastese 

 

Categorie: L'Aquila

Finale Juniores: diretta streaming e modalità accredito

Lun, 12/06/2017 - 23:00

Tor di Quinto-Fenegrò si gioca il 17 giugno a Firenze.

Sabato 17 giugno, presso il CFF FIGC-LND "Gino Bozzi" di Firenze, si disputerà la finale scudetto 2016-2017 del campionato Juniores dilettanti Tor di Quinto-Fenegrò. Calcio d'inizio alle ore 16.30, in caso di pareggio al termine dei tempi regolamentari si procederà ai supplementari ed eventualmente calci di rigore.
La quaterna arbitrale sarà così composta: dirige Leonardo Tesi di Lucca, guardalinee Marco Lencioni di Lucca e Andrea Donato di Pistoia, quarto Maria Tersa Travascio di Moliterno.

La partita (ingresso gratuito per tutti i tifosi) sarà trasmessa in diretta streaming sulla pagina Facebook ufficale della Lega Nazionale Dilettanti, collegamento a partire dalle ore 16.15.

La stampa e i fotografi interessati ad accreditarsi per l'evento dovranno inviare la richiesta all'indirizzo [email protected] entro e non oltre le ore 16 di venerdì 16 giugno.

 

Categorie: L'Aquila

Torneo di Cava: per la squadra di Silipo è Finale!

Sab, 10/06/2017 - 23:00

Superata in semifinale anche la formazione di casa della Cavese. La finalissima è con la Lega Pro

La Rappresentativa Nazionale Under 17 della Lega Nazionale Dilettanti vola in finale grazie al gran successo per 5 a 0 ottenuto nella semifinale disputata ieri contro i padroni di casa della Cavese. Ad aprire le danze ci ha pensato Cossalter al 15' del primo tempo ma è nella ripresa che si è messo il sigillo per staccare il biglietto che porta la squadra di Fausto Silipo alla finalissima del Trofeo D'Amico: nel secondo tempo sono andati in gol al 15' ancora Cossalter, al 18' Follo, al 20' Siviero. La quinta rete deriva invece da un'autorete del cavese Danisi al 32'. Ad attendere la formazione della LND, oggi alle 18.30 allo Stadio "Simonetta Lamberti", ci sarà un'altra Rappresentativa, quella della Lega Pro la quale, a sua volta, ha superato la Salernitana con il risultato di 5 a 1.

Categorie: L'Aquila