since 1927Feed aggregator / Sources / News sulla città (capoluogo.it)


Condividi contenuti
Updated: 5 ore 6 min fa

DIGITAL’AQ, L’Aquila seconda città europea

Gio, 10/05/2018 - 11:53

Progetti europei, DIGITAL’AQ: L’Aquila al secondo posto come numero questionari.

Mannetti: “Secondi solo a Salonicco, giudicate buoni i livelli delle infrastrutture, ora lavorare sull’accesso al credito e su eventi di promozione”

L’Aquila è stata la seconda città europea come numero di risposte ai questionari sulla situazione attuale della digitalizzazione, tra quelle ammesse al “Digital Cities Challenge”, il bando comunitario dedicato alla trasformazione digitale urbana.

Lo ha reso noto l’assessore alle Politiche comunitarie Carla Mannetti. Il Comune ha partecipato al bando in questione con il Progetto DIGITAL’AQ, risultando l’unica città italiana ad essere ammessa da Bruxelles.

«In questa fare del progetto – ha spiegato l’assessore Mannetti – è stato chiesto a istituzioni, imprese e associazioni di rispondere a un questionario per fotografare la situazione attuale dell’Aquila nel campo della digitalizzazione, soprattutto per quanto riguarda il tessuto produttivo. I risultati esposti da lead expert nominato dalla Commissione Europea, Saverio Romeo, sono stati confortanti e hanno chiarito le idee su quali interventi dobbiamo intraprendere nelle fasi successive del progetto. Ma la cosa davvero più significativa è stato l’alto numero delle risposte al questionario, che hanno portato L’Aquila ad essere la seconda città tra quelle ammesse al bando dopo Salonicco; va sottolineato che la città greca supera il milione di abitanti. Segno di un particolare interesse da parte delle attività produttive e delle istituzioni nei confronti di questa nostra iniziativa.»

«Il dottor Romeo – ha proseguito l’assessore Mannetti – ha riferito che, secondo quanto emerso dalle risposte ai questionari, la città ha una buona base infrastrutturale e di formazione nel campo del digitale. Lo stesso lead expert ha ritenuto fondamentale l’istituzione di un coordinamento che monitori e contribuisca a razionalizzare le iniziative di questo e le intese già esistenti tra Comune e gli altri partner, a cominciare dall’Università, sono un ottimo punto di partenza per arrivare alla costituzione di questo coordinamento. I due elementi sui quali invece è necessario lavorare sono l’accesso al credito, spesso ritenuto difficile in particolare dalle attività produttive, visto che sono indispensabili risorse pubbliche e private per dare corpo alla trasformazione della città in chiave digitale, e la promozione dei risvolti del progetto attraverso eventi che divulghino il più possibile l’importanza e i vantaggi di avere una città che fa perno sul digitale.»

In seguito all’illustrazione dei dati sul questionario, si è riunita la cabina di regia di Smart City per un primo approfondimento sulla questione.

Degli esiti di questo monitoraggio sarà redatto un rapporto che verrà presentato agli attori istituzionali, accademici ed economici del territorio nel corso di una manifestazione pubblica, al fine di miglioralo e di inviarlo successivamente a Bruxelles per il confronto con le altre città europee che hanno vinto il bando.

DIGITAL’AQ, che si propone appunto di rendere la città più vivibile e produttiva attraverso la trasformazione in chiave innovativa, è realizzato dal Comune unitamente all’Università dell’Aquila e alla Gran Sasso Acqua.

L'articolo DIGITAL’AQ, L’Aquila seconda città europea sembra essere il primo su Il Capoluogo.

Categorie: L'Aquila

Erba alta al parco giochi di Pettino

Gio, 10/05/2018 - 11:41

Un’altra segnalazione da parte dei nostri lettori di Pettino.

Il piccolo parco giochi di Pettino necessita di sfalcio a causa dell’erba alba.

Del resto, con l’arrivo dei mesi più caldi, lo sfalcio si rende necessario un po’ ovunque, in pertinenze comuni e private.

Lo scivolo del parco e gli altri giochi attendono dunque l’arrivo dei bimbi e del decespugliatore in vista della bella stagione.

L'articolo Erba alta al parco giochi di Pettino sembra essere il primo su Il Capoluogo.

Categorie: L'Aquila

Calcio, Battistini e lo staff sul futuro

Dom, 06/05/2018 - 16:33

Post L’Aquila-Vastese, terminata 3-3: arrivano le parole di mister Pierfrancesco Battistini, che si presenta ai microfoni della stampa con l’intero staff tecnico.

“La reazione dei ragazzi mi è piaciuta molto. Sapevo che la Vastese non avrebbe voluto perdere la terza partita di fila, non era semplice. Con grinta e determinazione abbiamo raggiunto il pari. Avremmo potuto vincerla, ma anche perderla. Pensiamo di aver offerto come sempre un grande spettacolo a coloro che ci hanno sempre seguito”.

“Sarebbe inutile ripetere parole sulle nostre difficoltà. I play off? Non ci saremmo aspettati il Matelica. I campionati sono belli anche per questi, con felicità e amarezze. È stato un grande campionato, onorato da tutti”.

“Chi non vorrebbe fare calcio a L’Aquila? – ha proseguito il preparatore atletico Daniele Cola – se i presupposti sono questi, il discorso è diverso. È prematuro parlare del futuro adesso, non sappiamo cosa accadrà. Restare qui insieme sarebbe la cosa migliore, ma ci sarà da attendere”.

Nessuno della Vastese presente in sala stampa.

L'articolo Calcio, Battistini e lo staff sul futuro sembra essere il primo su Il Capoluogo.

Categorie: L'Aquila

L’Aquila Calcio-Vastese: 3-3 di cuore e grinta

Dom, 06/05/2018 - 15:56

Un pari agguantato con il cuore mostrato per tutta la stagione. Un cuore che non poteva mancare all’ultima giornata in casa.

Torna dal primo minuto De Iulis, Ibe parte dalla panchina. Rientra dopo la squalifica Cafiero, tutti a disposizione, ad eccezione dei soliti noti Marra e Ranelli.

3′ minuto, colpo di testa di De Iulis di poco fuori. Un giro di lancette e L’Aquila ci riprova: Padovani dai venticinque metri, sfera di un soffio sopra la traversa. Rispondono gli ospiti: 7′, Leonetti per Fiore, Farroni devia in angolo. Tre minuti e la Vastese e ancora avanti: Stivaletta ci prova dal limite, interviene di nuovo l’estremo difensore aquilano.

11′, arriva la rete del vantaggio ospite: sugli sviluppi di un calcio d’angolo battuto da Fiore, pasticcio difensivo dei rossoblù, Tedesco ne approfitta e spinge in rete. Trascorrono due minuti, gran botta di Stivaletta dal limite, Farroni respinge con un ginocchio. Ma la rete del raddoppio non tarda ad arrivare: 16, Stivaletta ci riprova dal vertice dell’area e questa volta non sbaglia.

20′, il risultato cambia ancora: questa volta è L’Aquila ad accorciare le distanze. Cafiero dalla destra, palla sui piedi di Boldrini che la piazza all’angolino basso. I rossoblù iniziano a cercare il pari con più grinta: 30′, Cafiero per la testa di De Iulis che gira male. Due minuti ed un tiro cross di Sieno spaventa gli ospiti, ma la palla termina di poco fuori. 34′, De Iulis aggancia bene la sfera in area, ma ancora palla all’esterno. Un minuto, tiro al volo di Ruci che per poco non si insacca all’incrocio dei pali. La Vastese torna, però, a far rabbrividire i padroni di casa: 41′, Leonetti per Fiore, che colpisce la traversa.

Ma al 43′ arriva il 3-1: Leonetti dal limite, praticamente dalla stessa posizione di Stivaletta, calcia direttamente in porta. L’Aquila continua a tentare e un minuto dopo Boldrini riceve palla in area e cerca di piazzarla in alto, ma colpisce la traversa.

4′ minuto della ripresa, Ruci dalla sinistra per Padovani che, davanti la porta, non può sbagliare. Rete del 2-3. E i goal non sono terminati: 24′, angolo di Boldrini, torre di Cafiero ed Esposito di testa la insacca in rete per il 3-3.

43′ minuto, la Vastese ci prova fino alla fine: palo di Lucciarini e solo un minuto dopo colpo di testa ad un metro dalla porta di Leonetti che clamorosamente termina fuori. Quattro minuti di recupero, nulla da segnalare. Sì chiude così la regular season, L’Aquila ai play off.

 
L’AQUILA CALCIO: Farroni, Sieno, Steri, Pupeschi, Ruci (44′ st Sebastiani), De Iulis (14′ st Ibe), Boldrini, Buscè (1′ st Di Paolo), Padovani (37′ st Fabrizi), Cafiero, Esposito. A disp.: Scolavino, Gagliardini, Boninsegni, Di Natale, Sbarzella. All. Pierfrancesco Battistini.

VASTESE: Camerlengo, Cane, De Chiara (7′ st Casciani), Di Pietro (24′ st Lucciarini), Amelio, Iarocci (27′ st Maronilli), Stivaletta (39′ st De Feo), Pizzutelli, Leonetti, Fiore, Tedesco (17′ st Cherillo). A disp.: Alonzi, Lombardo, La Barba, Carice. All. Gianluca Colavitto.

ARBITRO: Maria Marotta (Sapri).

ASSISTENTI: Roberto Basile (Crotone), Michele D’Ambrosio (Torre Annunziata).

AMMONITI: Di Pietro, Maronilli.

ANGOLI: 4-7.

RECUPERO: 1′ pt, 4′ st.

L'articolo L’Aquila Calcio-Vastese: 3-3 di cuore e grinta sembra essere il primo su Il Capoluogo.

Categorie: L'Aquila

Compagni di scuola, 43 anni dopo

Sab, 05/05/2018 - 16:56

Tutti insieme (o quasi) a mangiare una pizza 43 anni dopo! La Terza B della scuola media Carducci si è riunita ieri sera alla pizzeria Vesuvio de L’Aquila per una straordinaria rimpatriata.

La serata, fortemente voluta da Francesco Cellamare, ed accolta con entusiasmo da tutti gli altri componenti della classe è stata emozionante, commovente e divertente con tante situazioni alla “Compagni di Scuola”, il film di Verdone. Gli ex ragazzi si sono ritrovati, riconosciuti (anche con difficoltà) e soprattutto raccontati. 

L'articolo Compagni di scuola, 43 anni dopo sembra essere il primo su Il Capoluogo.

Categorie: L'Aquila

E’ SPRAR (anche) per liberare risorse per aquilani

Sab, 05/05/2018 - 16:40

Gestire i flussi migratori (anche) per liberare risorse a favore delle famiglie aquilane. Dopo il caso Sprar che tanto fa discutere ecco la nota del gruppo consiliare L’Aquila Futura che anticipa la conferenza stampa di lunedì. “Il gruppo consiliare di ‘L’Aquila Futura’ è sempre stato leale al programma di mandato di questa amministrazione, dimostrandolo nel rispetto delle regole durante tutta l’azione amministrativa. Ci siamo ‘accollati’, sin da subito e con il massimo impegno, la tematica dell’immigrazione senza mai dimenticare anche la dimensione della solidarietà che è parte della nostra matrice identitaria Cattolica.”

A dichiararlo in una nota l’assessore alle politiche sociali Francesco Cristiano Bignotti, il capogruppo in consiglio comunale Roberto Santangelo ed il consigliere Luca Rocci. 

“In quest’ottica consideriamo l’ estensione della rete S.p.r.a.r. anche ai minori non accompagnati, uno strumento utile per ordinare e gestire meglio i flussi migratori impedendo eventuali colpi di mano dei governi centrali, grazie all’applicazione del limite di accoglienza previsto nelle clausole circa la soglia di salvaguardia che, come si evince da varie circolari ministeriali, spetta esclusivamente ai Comuni che adottano questo tipo di gestione. In effetti, si tratta dell’unico strumento che le amministrazioni locali hanno per la gestione diretta dei flussi migratori, evitando cosi l’eccessiva concentrazione territoriale. Riteniamo altresì che un sistema di maggior controllo come questo, visto in un’ottica globale, può tendere a tutelare maggiormente fasce deboli, tra l’altro giuridicamente riconosciute dai Tribunali Territoriali. Non da ultimo l’importanza di una gestione economica siffatta potrebbe permettere di svincolare circa 200mila annui di somme a oggi ascritte al bilancio comunale dell’Ente poiché, tale sistema, trova copertura in fondi ministeriali; queste somme, come più volte esposto anche in campagna elettorale, possono agilmente essere destinate a ulteriori nuovi servizi di welfare per le famiglie aquilane. Si tratta quindi di inserire il tutto in una visione sistemica più ampia di gestione delle politiche sociali, prediligendo la difesa di coloro che hanno continuato a coltivare il loro progetto di vita familiare sul territorio, come testimonia anche la premialità per l’anzianità di residenza già inserita tra i punteggi del bonus economico 2018.”

SPRAR, il sì all’arrivo di nuovi immigrati

Il consiglio comunale ha votato per l’arrivo di nuovi minori immigrati non accompagnati. La maggioranza si spacca. La Lega vota No, Forza Italia vota Sì.

Approvata in Consiglio Comunale la proposta di ampliare il progetto SPRAR, Sistema di Protezione dei Richiedenti Asilo e Rifugiati.

È stato presentata all’ordine del giorno la proposta dell’opposizione, a firma Romano-Serpetti, di ampliare lo SPRAR anche ai minori non accompagnati. Quando si è arrivati al voto, i consiglieri di Forza Italia ha dichiarato il voto favorevole a questa proposta. La Lega si è dichiarata contraria.

«Con un atteggiamento irresponsabile, Forza Italia ha deciso di mettere in grande imbarazzo il sindaco e l’intera maggioranza di centrodestra.» queste le parole del deputato della Lega, Luigi D’Eramo, alla luce dell’approvazione dell’ordine del giorno.

«Presupponendo con forza che tutti i bambini sono uguali e che in tema di sostegno ai più disagiati non ci sono divergenze di natura politica – dice D’Eramo – è inaccettabile che su questo tema la maggioranza si faccia dettare l’agenda dall’opposizione.»

«Forza Italia, tra l’altro, ha tradito un preciso impegno concordato in maggioranza, quello di non votare a favore di iniziative dell’opposizione senza un preliminare accordo collegiale.»

«Tra l’altro – prosegue D’Eramo – è stato messo in difficoltà il sindaco mentre era impegnato in un altro incontro istituzionale e mentre sia il suo partito di riferimento, Fratelli d’Italia, che la Lega, hanno votato coerentemente contro. Su questi temi la maggioranza ha il dovere di tenere la barra a dritta, rispettando il patto con gli elettori sottoscritto in fase di campagna elettorale.»
«Quello di Forza Italia è un duplice, gravissimo, errore: da un lato, se ritenuto valido, avrebbe potuto assumere l’iniziativa amministrativa del provvedimento, attraverso la presentazione di un atto ad hoc da sottoporre agli alleati di governo, ma non facendolo ha implicitamente ammesso la propria inerzia; dall’altro ha aperto un pericoloso fronte all’interno dello schieramento di maggioranza, mettendo in imbarazzo politico sindaco, assessore di riferimento e altri partiti.«

«Il tema dell’accoglienza, per la sua delicatezza, va affrontato nell’ottica di una programmazione complessiva e concertata, non con golpe politici di bassissimo cabotaggio.» conclude D’Eramo. Francesco De Santis: «Non ci presteremo a commistioni»

«Daniele Ferella per la Lega ed Ersilia Lancia per Fratelli d’Italia hanno spiegato le motivazioni del voto contrario – dichiara il consigliere Francesco De Santis al Capoluogo -. Innanzitutto la proposta nasce da un movimento affiliato al Partito Democratico e che voleva semplicemente mettere in difficoltà la maggioranza.»
«Inoltre per quanto riguarda minori non accompagnati ci sono già dei capitoli nel piano sociale di zona per sostenere i minori in questione. Non c’è bisogno di parlare di SPRAR perché, come ha affermato l’assessore Bignotti nella terza commissione di qualche mese fa e ribadito oggi, i numeri di salvaguardia sono già stati sforati dal Comune dell’Aquila.»
«Noi abbiamo vinto la campagna elettorale con un programma politico chiaro – prosegue De Santis -. È una vergogna che un’amministrazione di centro-destra con un Sindaco con una storia politica chiara e limpida approvi lo schiavismo del terzo millennio, giocando sulla pelle degli immigrati e accettando la spesa folle di denaro pubblico. Noi della Lega abbiamo votato contro, ci siamo candidati e abbiamo vinto le elezioni con il motto “Prima gli Aquilani”. Non ci presteremo a commistioni con la sinistra e ai tradimenti dei valori e dei programmi per cui gli aquilani ci hanno mandato in Consiglio Comunale.»

L'articolo E’ SPRAR (anche) per liberare risorse per aquilani sembra essere il primo su Il Capoluogo.

Categorie: L'Aquila

L’Aquila Calcio, Battistini: “Chiudere con una vittoria”

Sab, 05/05/2018 - 11:10

Ultimo prepartita della regular season per mister Battistini: “Due squadre motivate, noi siamo ancora qui a lottare”. Sul futuro del tecnico c’è l’occhio della Vastese: “Non ho avuto contatti, ho ancora tanto da fare qui”. di Claudia Giannone Ultimo prepartita della regular season per mister Pierfrancesco Battistini: prima dei play off, conquistati domenica a Jesi, arriva l’ultimo match della stagione: tra le mura amiche, arriva la Vastese. “Vogliamo chiudere con una vittoria e agganciare il quarto posto: giocheremo al massimo come sempre, i play off già conquistati non contano in questo. È difficile giudicare in casa d’altri: la Vastese ha fatto molto bene nel girone d’andata, poi non so cosa sia successo. Ho visto un bellissimo calcio da parte loro nella prima parte dell’anno, poi sono mancati i risultati”. Problema al dito per Gagliardini, nulla di preoccupante, sarà a disposizione. Marra e Ranelli ancora out. Da valutare Pupeschi, diffidato, in vista dei play off. “Anche la Vastese arriverà motivata. È un derby che all’andata abbiamo perso, non so come. Verranno per fare il loro massimo. Noi, al netto delle varie difficoltà, siamo ancora qui a lottare: c’è un po’ di tensione e amarezza per ciò che abbiamo passato, ma onoreremo come sempre l’impegno”. “Domenica non stavamo festeggiando per i play off, stavamo riflettendo sugli errori fatti in campo – ha proseguito – l’avversario preferenziale a questo punto, per cercare di recuperare i danni della stagione dal punto di vista economico, sarebbe l’Avezzano. L’eventuale incasso dei play off andrebbe interamente a squadra e staff tecnico, che hanno sempre lavorato onestamente, anche senza stipendio”. Voci sul futuro di mister Battistini: si è parlato proprio dell’interesse della Vastese. “Non ho avuto contatti ufficiali con nessuno. Non ho tempo di pensare ad altre situazioni in questo momento, ho ancora tanto lavoro da fare a L’Aquila. Conoscete il mio pensiero a riguardo: c’è bisogno di qualcosa di concreto qui, da questo dipenderà il nostro futuro. Il contributo dell’ANCE è fermo alla scorsa settimana, quindi a circa metà mensilità”.

 

L'articolo L’Aquila Calcio, Battistini: “Chiudere con una vittoria” sembra essere il primo su Il Capoluogo.

Categorie: L'Aquila

Coop Centro Italia sostiene le scuole del territorio

Sab, 05/05/2018 - 10:31

Grande successo per la seconda edizione di “Fare Scuola”, l’iniziativa promossa da Coop Centro Italia con l’obiettivo di aiutare la comunità scuola e i bambini e ragazzi che la frequentano.

Il progetto – partito nel 2016 e poi riproposto nell’anno scolastico 2017/2018 – ha ottenuto risultati significativi, con oltre 4.100 premi distribuiti a circa 1.000 tra asili nido, scuole dell’infanzia, primarie e secondarie di primo e secondo grado, pubbliche e private paritarie, dei territori in cui opera la Cooperativa.
Tali risultati sono stati raggiunti grazie alla grande partecipazione dei soci e clienti Coop Centro Italia che, facendo la spesa nei punti vendita della Cooperativa, hanno ricevuto i punti “Fare Scuola” da consegnare al proprio istituto di riferimento. Una volta terminata la fase di accumulo, le scuole hanno potuto ordinare, gratuitamente ed in autonomia, i prodotti desiderati secondo il numero di punti in loro possesso, scegliendo da un ricco catalogo premi contenente attrezzature informatiche e multimediali (come pc, tablet, lavagne e monitor interattivi, DVD), materiali didattici, arredi (per i più piccoli) e altri articoli utili alle loro attività.
Oltre ai materiali di consumo scolastico sono state scelte anche tante proposte di opportunità formative e itinerari di scoperta tematici, come parchi educativi, visite guidate presso città o siti archeologici e percorsi di educazione ambientale.
Di anno in anno la crescita di apprezzamenti e risultati consolida “Fare Scuola” nel programma di iniziative promosse da Coop Centro Italia a favore della crescita della comunità e dell’attenzione al territorio, da sempre punti fondamentali delle politiche della Cooperativa.

L'articolo Coop Centro Italia sostiene le scuole del territorio sembra essere il primo su Il Capoluogo.

Categorie: L'Aquila

Asl riduce perdite di 7 milioni e mezzo

Sab, 05/05/2018 - 10:21

Bilancio Asl: “Abbiamo ridotto i costi dei beni e servizi acquistati dall’azienda tramite la revisione di numerosi contratti con le imprese. Nel 2018 saremo concentratissimi nel taglio della spesa farmaceutica”.

“I riscontri di bilancio lasciano prevedere importanti risultati anche per il 2018, anche in virtù dell’affiatato e competente gruppo di collaboratori che mi affianca nel lavoro” – dichiara il manager Tordera.

Nel giro di un anno, tra il 2016 e il 2017, la direzione Asl ha ridotto le perdite di oltre 7 milioni e mezzo di euro recuperando, inoltre, più di 300 mila euro rispetto agli obiettivi richiesti dalla Regione.
Il risultato, raggiunto dall’attuale governance dell’azienda sanitaria guidata dal Manager Rinaldo Tordera, assume ulteriore valore alla luce dell’attuale contesto sanitario, caratterizzato da ridotte disponibilità finanziarie e risorse umane limitate.
I dati: la Asl ha chiuso il bilancio del 2017 con una perdita di 13 milioni 991.605 euro a fronte di un passivo che nel 2016 era stato di 21 milioni 599.000 euro. Dal confronto delle due annualità di esercizio emerge che le perdite sono state ridotte di 7 milioni 608.000, un risultato persino migliore di quello atteso dalla Regione, fissato in 7 milioni 300mila. Ciò è dovuto al fatto che lo scorso anno la Asl è riuscita a ridurre il passivo in misura (sia pure di poco) superiore al 33,8% del debito del 2016, così come fissato dalle percentuali della regione.
“L’importante risultato”, dichiara Tordera, “non è solo il frutto del contenimento della spesa ma anche di un’accorta razionalizzazione e attenta gestione delle risorse umane e non. Fondamentale, nel raggiungimento di questo impegnativo obiettivo, il sostegno della Regione in termini di puntuale programmazione e di costante supporto in tutti i passaggi cruciali che ci hanno riguardato. E’ motivo di soddisfazione”, aggiunge Tordera, “essere riusciti a far quadrare i conti garantendo al contempo i livelli minimi essenziali di assistenza sanitaria, assicurando l’efficienza dei servizi nonché l’efficacia dell’azione amministrativa. Tra le misure correttive introdotte va rimarcata la riduzione dei costi negli acquisti di beni e servizi della Asl, ottenuta in virtù della revisione di numerosi contratti con le imprese interessate”
Tordera, sulle base dei risultati di bilancio già acquisiti, prevede ulteriori riscontri positivi per la fine dell’anno corrente.
“Proseguiremo con la linea di gestione adottata per cogliere risultati importanti anche per il 2018 durante il quale saremo concentratissimi nella riduzione della spesa farmaceutica. Al centro di tutte le nostre azioni metteremo le esigenze sia degli ospedali sia del territorio. Un lavoro impegnativo e molto complesso”, conclude Tordera, “che porto avanti avvalendomi di un affiatato gruppo di collaboratori che dimostra di possedere non solo molta competenza ma anche senso dell’appartenenza all’azienda”

L'articolo Asl riduce perdite di 7 milioni e mezzo sembra essere il primo su Il Capoluogo.

Categorie: L'Aquila

Pezzopane a Matrix Chiambretti, da Obama a Simone

Sab, 05/05/2018 - 10:01

L’onorevole Stefania Pezzopane tra i protagonisti di “Matrix Chiambretti”. Un faccia a faccia sulla sua relazione sentimentale con Simone Coccia Colaiuta, concorrente del Grande Fratello 15.

“Mi ha intervistato quel geniaccio divertente di Piero Chiambretti” – ha dichiarato Pezzopane che ha tenuto banco alla simpatia pungente del conduttore. [Puntata]
“Una donna che combatte due battaglie” – così l’ha presentata Chiambretti. “Stefania combatte il momento complicato che vive il Pd e la storia che la lega da quattro anni a Simone Coccia Colaiuta, concorrente del Grande Fratello”.

Pezzopane, Obama e Clooney

Chiambretti va a ritroso nel tempo, esattamente nel 2009, quando Stefania Pezzopane, allora presidente della Provincia, con i suoi scatti con Obama, George Cloney e gli altri famosi accorsi a L’Aquila dopo il terremoto.
“Lei deve moltissimo ad Obama, che prendendola in braccio le ha fatto fare il giro del mondo. Una foto bellissima e piena di energia fatta nella sua terra, una foto simbolo”.

 

L’amore ha età?

La differenza di età tra Simone e Pezzopane ha sempre fatto discutere: “Se fosse stato il contrario, ovvero Simone con vent’anni più di me, sarebbe stato considerato un grande. L’aspirazione alla libertà è fondamentale, io ho scelto di vivere questo rapporto imporante con un compagno più giovane di me”.

Pezzopane prima della love story con Simone

“Prima di Simone ha avuto altri bellissimi ragazzi, il potere fa acchiappare?” – chiede Chiambretti. “Sono stata sposata con lo stesso uomo per vent’anni, nella vita precedente il matrimonio devo diro che sono stata con ragazzi molto belli”. [fra.mar]

 

L'articolo Pezzopane a Matrix Chiambretti, da Obama a Simone sembra essere il primo su Il Capoluogo.

Categorie: L'Aquila

Il 25 aprile di Biondi, tra assenze e incarichi alla first lady

Sab, 05/05/2018 - 09:18

Dov’era il sindaco Biondi il 25 aprile? Lo ha sostituito il vice Liris in tutte le manifestazioni dedicate alla liberazione. Intanto la grande festa per la riapertura dell’ostello di Campo Imperatore è stata organizzata dalla Didimà Comunicazione per cui lavora la moglie di Biondi. 

La denuncia arriva dal collettivo Globuli Rossi, animato dall’ex presidente del Consiglio comunale Carlo Benedetti.

“Il 25 Aprile, il giorno della liberazione, il Sindaco di Fratelli d’Italia (già Casa Poud), al suo primo mandato, era in altre faccende affaccendato. Non era alla deposizione della Corona al monumento ai Caduti alla Villa Comunale come non era a quella a dei 9 martiri aquilani davanti alla lapide in loro ricordo. Non c’era il Sindaco alle manifestazioni che ricordano l’Italia liberata dal nazifascismo, da dove nacque la Costituzione Repubblicana su cui ha giurato al suo insediamento.
Ha delegato il suo Vice, perché il Sindaco di FdI (o Casa Pound) non può riconoscere la lotta partigiana di liberazione.
Però nello stesso giorno, il 25 aprile, le redazioni sono state informate da un comunicato stampa, della riapertura dellostello a Campo Impertore: grande Festa, un biglietto, una birra a quota 2115″.

inaugurazione Ostello Marulli e Di Giovacchino

“Firmataria del comunicato stampa era Elisa Marulli, moglie del sindaco, quale ufficio stampa per www.ostellocampoimperatore.com e titolare con altri della srls Didimà Comunicazione.
In sostanza il Centro Turistico Commissariato col Dirigente De Nardis ha affidato in via diretta a una società (Esso quissi) la gestione dell’Ostello “Lo Zio” e questi, guarda un po’ il caso, si sono serviti della società Didimà per la comunicazione e l’ufficio stampa.
Noi facciamo i migliori auguri ai coraggiosi ragazzi che hanno preso in gestione l’ostello e siamo sicuri che faranno bene e di qualità il loro lavoro, ma non possiamo chiuderci gli occhi difronte a queste congiunture astrali.
Come detto la Didimà è della moglie del Sindaco e di Alessia di Giovacchino che sta nello staff dello stesso Sindaco ma viene pagata da Abruzzo Engeniriing con i soldi della ricostruzione.
Questo filotto ricorda tanto  tempi dell’arraffo: un capitombolo all’indietro  per modi e fatti che fa rabbrividire.
Del resto a Campo Imperatore è facile scivolare ma al posto dell’aria fresca e frizzantina del luogo, che avevano promesso e spergiurato, quella che si respira sa di muffa antica che prende la bocca dello stomaco”.

Fdi: È disgustoso il metodo che certa sinistra adotta per gettare discredito e fango sul sindaco e i suoi familiari

“È disgustoso il metodo che certa sinistra adotta per gettare discredito e fango sul sindaco e i suoi familiari”. Lo dichiara il coordinatore comunale di Fratelli d’Italia, Michele Malafoglia. “La gestione dell’ostello di Campo Imperatore è stata affidata dal Commissario con una trattativa aperta e pubblicizzata con tanto di avviso pubblico dopo che ben due esperimenti di gara erano andati deserti. Una procedura, quindi, più che legittima, oltre che necessaria perché la struttura venisse aperta in tempi ragionevolmente rapidi – spiega Malafoglia – Il rapporto tra Centro turistico del Gran Sasso e gestori, pertanto, si è concluso con la consegna delle chiavi dell’ostello. La comunicazione dell’evento di apertura è stata affidata alla società di comunicazione in cui lavora anche la moglie del sindaco, con un contratto di natura privatistica tra le parti. Lasciar intendere che ci siano manovre opache di qualche manovratore oscuro dietro questo passaggio, invece, così chiaro e trasparente è vergognoso”. “Quando non si ha qualcosa di intelligente da dire o da offrire si ricorre alla chiacchiera e al pettegolezzo per far parlare di sè e il fango gettato su persone che lavorano onestamente e in modo professionale ne è la dimostrazione” conclude Malafoglia.

L'articolo Il 25 aprile di Biondi, tra assenze e incarichi alla first lady sembra essere il primo su Il Capoluogo.

Categorie: L'Aquila

Auguri Pierpaolo!

Sab, 05/05/2018 - 08:52

Oggi è il compleanno di Pierpaolo Pietrucci, Consigliere regionale PD. Auguri da tutta la redazione de IlCapoluogo!

L'articolo Auguri Pierpaolo! sembra essere il primo su Il Capoluogo.

Categorie: L'Aquila

Mattarella, proteggere stampa da nuove violenze

Gio, 03/05/2018 - 10:03

Oggi 3 maggio è la Giornata mondiale per la Libertà di Stampa. Un patrimonio vitale, quello dell’informazione, da difendere e tutelare per la salute della democrazia.

“Una nuova stagione di violenze contro la stampa, in Italia, in Europa, nel mondo, sembra riaffacciarsi – afferma il presidente Mattarella -: ancora oggi aggressioni e intimidazioni minacciano il lavoro di quei cronisti che non si piegano alla logica di interessi e poteri illegali e della criminalità, recando così un contributo rilevante alla causa della democrazia. Occorre sostenere il loro lavoro perché difendono dall’aggressione la nostra vita sociale e la nostra libertà personale e familiare, attraverso l’informazione libera e corretta. Occorre proteggere le loro voci che rifiutano ogni sopraffazione. La libertà di informazione, come attesta la nostra Costituzione, è fondamento di democrazia”.

A Roma si terrà una cerimonia in memoria dei giornalisti uccisi a causa del loro lavoro e delle vittime innocenti di mafia. Si svolgerà in contemporanea con altre celebrazioni indette in collaborazione con l’Onu in tutto il mondo, la principale ad Accra in Ghana.

Sono almeno 29 i giornalisti e operatori dei media uccisi nel mondo dall’inizio del 2018 secondo un conteggio basato sui dati di Reporters sans frontières (Rsf).

Prima che il duplice attentato di questa mattina in Afghanistan non appesantisse di almeno altri nove morti il bilancio, l’organismo parigino aveva infatti conteggiato almeno 14 giornalisti professionisti uccisi dall’inizio del 2018, a cui si aggiungevano 4 blogger (citizen journalists) e 2 collaboratori dei media.

Nel rapporto pubblicato la scorsa settimana sulla libertà di stampa nel mondo, l’Afghanistan viene piazzato al 118/o posto (su 180), anche a causa dell’Isis e dei talebani che “seminano terrore, creando dei reali ‘buchi neri dell’informazione'”. In una nota, il segretario generale di Rsf, dice di “conoscere l’impegno del governo afghano per la protezione dei giornalisti”. E però lo invita a “proseguire gli sforzi in materia di sicurezza e di formazione”.

L’Ong parigina riferisce inoltre di essersi rivolta alle Nazioni Unite affinché “invii un segnale forte alla comunità internazionale e ai protagonisti locali, nominando un rappresentante speciale per la protezione dei giornalisti”.

Nel 2017, i giornalisti uccisi nel mondo erano stati 65, in leggero calo rispetto ai 79 dell’anno precedente. Più in particolare, tra i reporter uccisi nel 2017 c’erano 50 professionisti, sette blogger e otto collaboratori. Lo scorso anno, la maglia nera del Paese più pericoloso è andata alla Siria, con 12 giornalisti uccisi recensiti, davanti al Messico (11), l’Afghanistan (9), l’Iraq (8) e le Filippine (4).

In partenariato con l’Unesco, Rsf ha pubblicato una guida pratica multilingue per la sicurezza dei media che operano nelle zone a rischio. Il documento è disponibile gratuitamente on-line.

L'articolo Mattarella, proteggere stampa da nuove violenze sembra essere il primo su Il Capoluogo.

Categorie: L'Aquila

GF, dalla parte di Simone o del branco?

Gio, 03/05/2018 - 09:44

Il branco unito contro Aida, rimane unito nella nomination e silura Simone.

Dopo gli episodi di bullismo ai danni di Aida e la conseguente squalifica del suo aggressore Baye Dame, Simone entra nell’occhio del ciclone.

L’opinione pubblica stigmatizza anche i comportamenti di Luigi e Aida che finiscono in nomination diretta, con loro vanno anche Simone e Alberto.

Simone viene nominato da Alessia, Angelo, Mariana e Lucia Bramieri, Filippo e Danilo.

6 voti contrari da parte dei suoi coinquilini, che lo hanno punito d’essere stato ‘spettatore’ della lotta intestina contro la provocatrice e di essersi poi avvicinato alla vittima.

Barbara d’Urso rivolgendosi ad Aida ha detto nell’ultima puntata: «Pensavamo tu provocassi con il sorriso questo non è avvenuto, hai provocato in maniera insolente.»

La concorrente spagnola, dopo aver minacciato di lasciare il programma, verrà poi rabbonita dalla conduttrice che la convince a rimanere.

A fare le spese della greve sceneggiata in favor di telecamere orchestrata dal branco, capitanato da un livido Baye Dame, è invece l’aquilano Coccia Colaiuta.

Il compagno dell’onorevole Stefania Pezzopane viene osteggiato dai compagni ma rivalutato dal pubblico che ne ha apprezzato la semplicità e la coerenza.

Il concorrente aquilano ha mandato un saluto speciale alla compagna: «Spero che Stefania sia orgogliosa di me, io sto cercando di dare il meglio qui dentro.»

Del resto l’illustre compagna di Simone Coccia Colaiuta è notoriamente impegnata da anni sul fronte della battaglia contro la violenza sulle donne.

Non resta che attendere l’esito della votazione del pubblico e scoprire se Simone cadrà per mano delle strategie del branco o se riuscirà a salvarsi grazie al fatto di essere stato una voce fuori dal coro.

Dalla prossima settimana il Grande Fratello andrà però in onda di martedì, nel consueto spazio in palinsesto, alle ore 21:30.

L'articolo GF, dalla parte di Simone o del branco? sembra essere il primo su Il Capoluogo.

Categorie: L'Aquila

Regione, salta un altro Consiglio

Gio, 03/05/2018 - 08:56

Regione, rinviata la discussione sull’incompatibilità di D’Alfonso.

Dopo l’ultimo Consiglio regionale, interrotto per gli impegni romani di Luciano D’Alfonso, doveva riunirsi di nuovo oggi l’Assemblea. Ma ulteriori impegni del presidente-senatore hanno fatto saltare anche questa riunione.

Tra i vari punti all’ordine del giorno del Consiglio regionale che doveva tenersi questa mattina, quello della comunicazione della Giunta per le elezioni relativamente alla questione incompatibilità del presidente D’Alfonso, eletto a Palazzo Madama. La Giunta, di fatto, ha deciso di non decidere, demandando alla Giunta del Senato ogni “responsabilità”. La comunicazione di oggi, quindi, avrebbe vivacizzato non poco un Consiglio regionale che però è saltato. Come per parte dell’ultimo Consiglio, però, l’assemblea è saltata per impegni romani dello stesso presidente. D’Altra parte la presenza di D’Alfonso in Consiglio è indispensabile per i numeri risicati della maggioranza, che Lolli non riesce ancora a ricomporre con numeri che darebbero tranquillità all’attività di governo, attraverso un rimpasto di Giunta piuttosto complesso. I tavoli di lavoro, infatti, dovrebbero essere chiusi, ma il rimpasto non è stato ancora formalizzato.

L’ira del M5S: «Una Regione intera è paralizzata».

«Di nuovo lavori bloccati in Regione Abruzzo, si rinvia un Consiglio già convocato senza neanche sentire la conferenza dei capigruppo e solo per agevolare l’agenda personale dell’incompatibile Presidente/Senatore D’Alfonso. E gli abruzzesi devono aspettare». Così i consiglieri regionali Sara Marcozzi, Gianluca Ranieri, Domenico Pettinari, Pietro Smargiassi e Riccardo Mercante, che aggiungono: «Una Regione intera è paralizzata con la connivenza di una maggioranza che guarda sempre più al proprio orticello e non al benessere dell’Abruzzo. Quello che sta accadendo in questa Regione è un caso unico in Italia. Siamo sicuri che gli abruzzesi meritino di meglio e faremo tutto quanto nelle nostre possibilità, tutto quanto la legge ci consente, per ridare all’Abruzzo la dignità persa negli ultimi 10 anni».

Non mancherebbero, comunque, imbarazzi all’interno della stessa maggioranza. Se il Pd difende a spada tratta il presidente dagli attacchi dell’opposizione, gli alleati e lo stesso vicepresidente Lolli cominciano a dare segni d’insofferenza. D’Altra parte il “superamento” dell’era D’Alfonso per il resto della legislatura auspicato dagli alleati del Pd risulta poco credibile se continuano a ripetersi tali dinamiche.

L'articolo Regione, salta un altro Consiglio sembra essere il primo su Il Capoluogo.

Categorie: L'Aquila

Provincia, riaperta alle auto la 479 Sannite

Gio, 03/05/2018 - 08:33

Strade provinciali: riaperta al traffico delle auto la S.R. 479 “Sannite”.

Il Presidente della Provincia dell’Aquila Angelo Caruso, con il settore viabilità informa che è stata riaperta al traffico delle auto la S.R. 479 “Sannite” mentre restano interdette al traffico su due ruote di moto e bici, le strade incluse nell’ordinanza del dirigente del settore viabilità Ing. Francesco Bonanni, in attesa di installare, nei prossimi giorni, la cartellonistica di salvaguardia che permetterà la riapertura delle carrabili; ricordiamo che le segnalazioni, con le relative prescrizioni, saranno rimosse con l’avanzamento dei lavori programmati dall’ente.

La Provincia sta lavorando a pieno ritmo per la riapertura della strada regionale n. 17 bis “della Funivia del Gran Sasso e di Campo Imperatore” che sale fino agli impianti dove, il prossimo 13 Maggio, arriverà la 9^ Tappa della 101 edizione del Giro d’Italia.

Le operazioni di sgombroneve sono iniziate già dalle prime giornate di aprile dal bivio di Montecristo (km 28+300) ed hanno proseguito senza sosta in questo mese con l’intervento di n. 3 frese dell’Ente (favorevole anche le buone condizioni meteo) condotte dai conducenti provinciali che hanno effettuato, come ogni anno, un lavoro puntuale, impegnativo e complesso per liberare la strada da accumuli di neve di oltre 6 mt sugli ultimi 3 km. il termine di conclusione delle operazioni di pulizia dovrebbe essere il 4 di maggio.

Nel frattempo sono stati avviati i lavori della sistemazione dei piani viabili ammalorati sulle altre strade attraverso il rifacimento a tratti dei manti e delle barriere laterali.

Conclusi i lavori sul tratto SR 17 bis dal km 38+200, Bivio Ruderi di S. Egidio, al km 41+500, innesto con S.P. n. 97, sulla S.P. n. 97 “del Lago Racollo” è in conclusione l’ultimo tratto all’innesto con la S.P. n. 7 “di Castel Del Monte” nel centro abitato di Santo Stefano di Sessanio.

Sulle SS.PP. n. 98, n. 8, n. 97 è stato effettuato l’intervento di sfalcioerba e pulizia dagli arbusti delle banchine stradali, in fase di conclusione la pulizia con mezzi dell’Amministrazione della S.R. n. 602 “di Forca di Penne” dall’innesto con la SS n.153 fino all’innesto con la provinciale n. 98.

In data ordierna è stata disposta con ordinanza del Settore Viabilità la riapertura della SR n. 17 bis (direttrice) dal km 28+300, in località Montecristo, al km 49+300, in località Fonte Vetica, restituendo quindi il collegamento dal versante aquilano da Fonte Cerreto fino Castel del Monte.

Il Presidente della Provincia dell’Aquila Angelo Caruso sta lavorando, in sinergia con i consiglieri delegati e il settore viabilità, per permettere a residenti e turisti la piena fruibilità di tutta la rete stradale provinciale, rammentando è dovere di questa amministrazione garantire innanzitutto l’incolumità degli utenti.

 

Subito 580.000 mila euro per riaprire in 15 giorni le strade della provincia dell’Aquila

Inoltre su richiesta urgente del Presidente della Provincia dell’Aquila Angelo Caruso, si è tenuta ieri una riunione, tra il personale del settore viabilità e il settore contabilità, per affrontare la situazione delle strade provinciali interdette al traffico automobilistico e su due ruote, a seguito dell’ordinanza dirigenziale del 24 aprile, per stabilire tutte le azioni e provvedimenti da adottare nei prossimi giorni.

Con l’entrata in vigore del bilancio e con l’assegnazione delle somme al settore viabilità, si sono potuti programmare una serie di interventi che prevedono l’impiego di risorse pari ad € 580.000, suddivisi in € 380.000 mila euro per asfalti e € 160.000 per allestimenti e protezioni, oltre la cartellonistica di salvaguardia da installare a breve.

Il piano programmatico sarà articolato sulle quattro aree che suddivide il sistema della viabilità provinciale (Alto Sangro, Marsica, Aquilano, Valle Peligna), con impegno, per i funzionari, di adottare immediatamente i provvedimenti straordinari da assumere per eliminare le criticità che hanno determinato il provvedimento dirigenziale.

«Ragionevolmente – dichiarano gli uffici provinciali in una nota -, condizioni meteorologiche permettendo, nel giro di circa 15 giorni lavorativi si potrà procedere alla progressiva riapertura integrale delle strade. Principale obiettivo di questo governo resta sempre l’incolumità di chi percorre queste arterie, anche a costo di critiche e disagi, ma dovere e fine è anche di risolvere i problemi in modo deciso e veloce ed è per questo motivo che il Presidente ringrazia infine tutti i consiglieri delegati, Gianluca Alfonsi, Pierluigi Del Signore e Mauro Tirabassi, che con l’intera amministrazione hanno contribuito, con impegno e dedizione quotidiani, alla difficile soluzione di questa complessa problematica».

L'articolo Provincia, riaperta alle auto la 479 Sannite sembra essere il primo su Il Capoluogo.

Categorie: L'Aquila

Sicurezza e identità per i giovani della Lega

Gio, 03/05/2018 - 08:11

Le due proposte dei giovani della Lega Abruzzo: sicurezza sismica per tutti gli edifici scolastici e il “passaporto culturale” per la tutela e la valorizzazione dell’identità territoriale.

In occasione della visita di Andrea Crippa, eletto alla Camera nel collegio uninominale 3 di Bollate alle scorse elezioni e coordinatore federale del Movimento Giovani Padani, in precedenza ospite in diretta del direttore Roberta Galeotti, conferenza stampa per il lancio del tesseramento e di due idee che i giovani leghisti vogliono proporre anche per l’Abruzzo. Presenti all’incontro, oltre all’onorevole Crippa, Francesco De Santis, consigliere comunale aquilano e coordinatore regionale Giovani Lega, per lo stesso movimento, Andrea Costantini, coordinatore per il territorio aquilano e Valle Peligna, e Flavio Cotturone, coordinatore per la Marsica.

Sicurezza sismica e identità, le due proposte della Lega Giovani.

Due le proposte lanciate per l’occasione dai giovani leghisti: sicurezza sismica per tutti gli istituti scolastici e il “passaporto culturale” per la tutela e la valorizzazione del’identità territoriale. «Attraverso i nostri rappresentanti nelle istituzioni – ha spiegato De Santis – chiederemo una verifica sugli istituti scolastici di tutta Italia; una verifica degli indicatori sismici e degli indici di vulnerabilità degli edifici che ospitano gli studenti. […] Non è possibile che si aspetti che arrivi un terremoto per poi verificare che una scuola crollata per il sisma non era a norma, non aveva certificati di vulnerabilità o gli indici di vulnerabilità adeguati per ospitare gli studenti».

La seconda proposta riguarda il “passaporto culturale”: «Abbiamo un territorio incredibilmente bello, con tesori nascosti e spesso abbandonati. Dev’essere nostro compito rendere partecipi i giovani abruzzesi di questa ricchezza. Entreremo nelle scuole e proporremo un “passaporto culturale” da compilare visitando una decina di siti archeologici, culturali, religiosi e di pregio artistico di tutto il territorio».

Nel video che segue, gli interventi integrali di tutti i partecipanti alla conferenza stampa.

L'articolo Sicurezza e identità per i giovani della Lega sembra essere il primo su Il Capoluogo.

Categorie: L'Aquila

Sbandieratori dell’Aquila in trionfo a Firenze

Gio, 03/05/2018 - 07:59

Trionfano i colori dell’Aquila a Piazza della Signoria a Firenze.

Svetta fiero il gonfalone degli Sbandieratori dell’Aquila con i suoi colori sociali, il bianco e il rosso, nella prestigiosa piazza fiorentina in occasione della XXV edizione del Trofeo Marzocco.

Il motivo è la doppia vittoria nel trofeo della compagine aquilana sui gruppi di San Gemini, Castel San Barnaba e la contrada Sant’Anna di Lucca.

Il gruppo Sbandieratori città di L’Aquila infatti ha vinto il Trofeo Marzocco e il premio della Musica Armido Morellato in occasione della XXV edizione del Trofeo Marzocco.

E con orgoglio tutto aquilano Andrea Ianni, uno dei responsabili del gruppo e figlio di Gianni, volto storico degli Sbandieratori e Responsabile settore Bandiere, commenta il successo: «Il gruppo ben rappresenta la tenacia degli aquilani fieri che, nonostante le difficoltà quotidiane, continuano a svolgere con passione le proprie attività. È un importante riconoscimento per noi vincere per la seconda volta il trofeo dopo la vittoria del 2008.»

Dieci anni dopo L’Aquila si ricongiunge con i Bandierai degli Uffizi di Firenze, con cui è gemellata dal 2014.

Un’emozione palpabile, anche a giudicare dalle espressioni dei protagonisti premiati ieri in Piazza della Signoria, nel capoluogo toscano.

Eroici, hanno affrontato su due autobus gremiti viaggio di andata e viaggio di ritorno (come spesso accade) e si sono esibiti.

Non mancava il corteo dei giovani e piccoli sbandieratori, capeggiato dall’allenatore Alessandro Ponziani, che ha sfilato per accompagnare i colleghi adulti e i musici le cui note accompagnano ogni anno anche la Perdonanza Celestiniana.

Era presente l’assessore Sabrina Di Cosimo in rappresentanza del Comune dell’Aquila ad accompagnare il gruppo istituzionalmente riconosciuto, simbolo della città da ben 23 anni.

 

 

Sito del Gruppo Storico Sbandieratori Città dell’Aquila

Pagina Facebook del Gruppo degli Sbandieratori Città dell’Aquila

L'articolo Sbandieratori dell’Aquila in trionfo a Firenze sembra essere il primo su Il Capoluogo.

Categorie: L'Aquila

Maltempo, rovesci diffusi

Gio, 03/05/2018 - 06:05

Attesa fase di maltempo nelle prossime ore con rovesci diffusi, localmente intensi.

La nostra penisola è interessata dalla presenza di un vortice depressionario, posizionato sul basso Tirreno, che favorisce la risalita di estesi corpi nuvolosi dal basso adriatico verso la nostra regione dove, rispetto alla giornata di ieri, il tempo è decisamente peggiorato con precipitazioni che, al momento, continuano ad interessare gran parte del territorio regionale. Non cambierà di molto la situazione nelle prossime ore, la nostra regione sarà interessata da una fase di maltempo che favorirà rovesci diffusi, più frequenti sul settore centro-orientale, localmente a carattere temporalesco, più intense nel teramano, nel pescarese e sulle zone pedecollinari che si affacciano sul versante adriatico, mentre venti di scirocco in rinforzo favoriranno anche un deciso aumento del moto ondoso con probabili mareggiate. Le precipitazioni potranno essere intervallate da temporanee schiarite, tuttavia c’è la possibilità di temporali sull’Adriatico centrale, in estensione verso le aree costiere e sulle zone collinari prossime alla costa: qualora questi fenomeni raggiungeranno le aree costiere, le precipitazioni potrebbero risultare piuttosto intense. Il tempo instabile proseguirà anche nella giornata di venerdì, tuttavia le precipitazioni tenderanno ad essere accompagnate da occasionali schiarite, mentre permane elevato il rischio di manifestazioni temporalesche, localmente di moderata intensità; ampie schiarite nella giornata di sabato, specie al mattino, mentre nel pomeriggio-sera saranno possibili formazioni temporalesche, più probabili sulle zone montuose e nell’aquilano.

Sulla nostra regione si prevedono condizioni generali di cielo da nuvoloso a coperto con rovesci diffusi sulla Marsica, nell’aquilano, localmente intensi sulle zone pedemontane e collinari che si affacciano sul versante adriatico, occasionalmente a carattere temporalesco sull’Adriatico centrale e sulle aree costiere e sulle zone collinari prossime alla costa. Possibile una temporanea attenuazione dei fenomeni, tuttavia permane elevato il rischio di formazioni temporalesche soprattutto sul settore orientale e costiero, con l’instabilità che continuerà a manifestarsi anche nella giornata di venerdì, anche se le schiarite diverranno via via più ampie, alternate ad addensamenti associati a rovesci. Venti di scirocco in rinforzo con moto ondoso in aumento e possibili conseguenti mareggiate.

Temperature: In diminuzione, specie nei valori massimi.
Venti: Deboli o moderati dai quadranti sud-orientali, in rinforzo nel corso della giornata, specie sul settore orientale e costiero.
Mare: Generalmente mosso o molto mosso con moto ondoso in ulteriore aumento nel corso della giornata. Possibili mareggiate.

(Giovanni De Palma – abruzzometeo.org) 

 

L'articolo Maltempo, rovesci diffusi sembra essere il primo su Il Capoluogo.

Categorie: L'Aquila

Avezzano, nuovo istituto per 600 studenti

Mer, 02/05/2018 - 19:09

Ampie aule didattiche, laboratori, aule speciali e integrative ma anche una palestra, una biblioteca, un auditorium, una mensa e un’area dedicata agli uffici amministrativi.

Sarà così il nuovo istituto comprensivo che prenderà vita in via Puglie, che assorbirà gli studenti attualmente ospitati nell’edificio “Mazzini-Fermi” di via Corradini.

È stato firmato ieri mattina in Comune, alla presenza del sindaco Gabriele De Angelis, dall’architetto Sergio Pepe, dirigente del Settore IV e dai rappresentanti dell’Associazione temporanea di imprese che si è aggiudicata l’appalto, il contratto che permetterà l’avvio dei lavori, previa redazione del progetto esecutivo.

La Cobar costruzioni Barozzi Spa di Altamura (Bari) e la Upgrading Services Spa realizzeranno il nuovo istituto in un anno e mezzo.

«L’edificio ospiterà un istituto comprensivo composto da una scuola primaria (elementare) di 10 classi -250 alunni e una scuola secondaria di primo grado (media) di 15 classi -375 alunni- per un totale di 625 alunni – commenta Pepe -, si tratta degli studenti ad oggi frequentanti della scuola Fermi e di una parte di quelli della Mazzini. Da contratto i tempi di realizzazione sono previsti in 420 giorni.»

«La costruzione del nuovo istituto è una svolta importante per l’edilizia scolastica della nostra città e rappresenta una risposta concreta alle giuste richieste di sicurezza da parte dei genitori, per i più piccoli che frequentano la scuola dell’obbligo – chiarisce l’assessore all’Edilizia scolastica, Chiara Colucci – dopo la risoluzione del ricorso al Tar dell’Aquila, della ditta seconda classificata, finalmente si è potuto procedere con la stipula del contratto di appalto.»

L’importo dell’intervento, denominato “Intervento di adeguamento alla normativa sismica e alla sicurezza dell’edificio scolastico in via Corradini mediante delocalizzazione in via Puglie” è di 7.200.000 euro di cui per i lavori 5.474.758,62 oltre l’Iva al 10%.

«Il progetto offerto prevede una superficie complessiva di circa 5.700 metri quadrati”, conclude l’assessore, “un campus moderno che permetterà a più di 600 bambini di vivere in una scuola sicura e al passo con le più moderne tecnologie per la didattica scolastica. L’auditorium costituirà sicuramente un nuovo punto di riferimento per la cultura della città. Allo stesso modo, anche la nascita di una nuova biblioteca creerà un importante luogo di incontro per i più giovani, ai quali sarà dato modo di avere occasioni di scambio e di confronto.»

Per quanto riguarda l’edificio che rimarrà in via Corradini, l’assessore Colucci sottolinea: «Valuteremo insieme al consiglio comunale e all’Urban Center quale sarà la nuova destinazione dell’edificio che comunque continuerà sempre a rappresentare un importante palazzo storico di Avezzano. La struttura ha precisi vincoli che restringono il nostro campo d’azione. Sicuramente l’orientamento rimarrà quello culturale e di promozione sociale, così come chiede anche la città.»

L'articolo Avezzano, nuovo istituto per 600 studenti sembra essere il primo su Il Capoluogo.

Categorie: L'Aquila