since 1927Forum / laquilame.com / Non siamo amati

Non siamo amati


18 risposte [Ultimo messaggio]
amer72
o
Iscritto: 26/04/2008
Messaggi:
Non siamo amati

Gli ultimi avvenimenti hanno fatto tornare alla luce un vecchio problema : NON SIAMO AMATI DAL COMPRENSORIO , oltre a non esserlo entro le mura ;
Cause e rimedi ?

__________________

"Perché per noi L' Aquila Calcio non è un passatempo di chi non ha nulla da fare la domenica (Tifosa )
QUANDO UN GIORNO MORIRE DOVRO' VORREI PORTARE IN CIELO I MIEI COLOR !!!

paolo
Ritratto di paolo
o
Iscritto: 26/10/2007
Messaggi:

Se ti riferisci al campionato in corso,è evidente che chi aveva progettato la vittoria del campionato con relativo impegno economico si ritrova L'Aquila in campionato,da presidente mi girerebbero un po' i coglioni...

Gianni72
o
Iscritto: 10/06/2018
Messaggi:

In qualsiasi categoria L'Aquila avrebbe sconciato i piani della squadra che aveva programmato la vittoria....vi ricordo la lettera del Chieti e altre squadre di eccellenza....ma su questo non si può fare nulla, è la regola.
Per quanto riguarda l'essere amati o meno io scrissi un po' di tempo fa che a parte S.Francesco e Genzano agli altri dell'Aquila calcio non importa nulla. Tolte le marsicane e le sulmontine rimangono paesi limitrofi che sono distanti dalla città, non la vivono e per di più hanno sempre avuto una loro realtà calcistica in alcuni casi anche ben fondata.Qualcuno addirittura non è mai entrato allo stadio neanche nei momenti più esaltanti del calcio cittadino. Magari questo campionato può servire proprio a farsi conoscere e rispettare a patto che ci sia correttezza e lealta quando si incontreranno le squadre del comprensorio.

lorenzo
Ritratto di lorenzo
o
Iscritto: 30/08/2011
Messaggi:

Non dimentichiamoci però che fino a qualche anno fa un nucleo corposo dei RBE era proprio di Pizzoli...

Geronimo
o
Iscritto: 12/03/2012
Messaggi:

Parlando qualche mese fa con alcuni nostri concittadini in quanto chiedevo perchè le altre squadre del territorio non volessero fondersi con noi per raggiungere almeno la categoria più alta (al di là se si condivida o meno) mi risposero che sia l'Aquila calcio che l'Aquila rugby avevano fatto in passato diversi "sgarbi" alle altre squadre, tipo rubarsi i giocatori migliori e altro. Infatti mi sembra che anche Di Francia sia stato tolto dall'amiternina con tanto di polemiche...
Quindi non è una questione di campanile ma di scorrettezze. Almeno così mi hanno riferito.
Se poi in questa conca ci si stringesse di più attorno a l'Aquila come la costa adriatica con Pescara sarebbe più auspicabile. Tanto in questa regione siamo soli già a partire da Navelli in poi...

__________________

L'unica battaglia persa è quella che non si combatte

amer72
o
Iscritto: 26/04/2008
Messaggi:

Gianni finora la correttezza è stata solo da parte rossoblù e L' astio è evidente da altri fronti

__________________

"Perché per noi L' Aquila Calcio non è un passatempo di chi non ha nulla da fare la domenica (Tifosa )
QUANDO UN GIORNO MORIRE DOVRO' VORREI PORTARE IN CIELO I MIEI COLOR !!!

Gianni72
o
Iscritto: 10/06/2018
Messaggi:

Si sì... assolutamente d'accordo....

fox
o
Iscritto: 07/02/2008
Messaggi:

amer72 ha scritto:
Gli ultimi avvenimenti hanno fatto tornare alla luce un vecchio problema : NON SIAMO AMATI DAL COMPRENSORIO , oltre a non esserlo entro le mura ;
Cause e rimedi ?

La risposta alla prima domanda è piuttosto semplice e se ne vede la controprova quest'anno. Avendo militato per la gran parte della nostra esistenza in categorie infime e poco consone all'importanza (almeno teorica) della nostra città ci siamo sempre trovati, calcisticamente parlando, a competere con il nostro comprensorio che si sente, nel breve e nel lungo termine, alla stessa stregua la città capoluogo. E oggi, nel punto più basso che possa ricordare, questa aspetto è tanto più emerso al punto che tante persone che prima seguivano L'Aquila Calcio oggi hanno ritrovato campanilismo per Pizzoli, Villa Sant'Angelo, Genzano...arrivando al punto di riferirsi ai tifosi dell'Aquila Calcio in terza persona. Mi viene da pensare che se Ortolano ci avesse schiaffato in terza categoria probabilmente L'Aquila Calcio sarebbe cosa ristretta di quelli che risiedono a Piazza Duomo.
Chiaramente la cosa è estesa, anche se in maniera minore, a Chieti e Teramo mentre chiaramente non tange minimamente Pescara, che avendo sempre militato nel professionismo e con punte di eccellenza ha rappresentato per il proprio comprensorio, ahimè esteso all'intera regione, una dimensione irraggiungibile e appetibile per assaggiare un po' di calcio.
La soluzione chiaramente è una semplice conseguenza della causa: tanti (o leggasi altrettanti anni di calcio ad altissimo livello che ci liberino dalla melma). In termini pratici possiamo tranquillamente abituarci ad essere odiati dal nostro comprensorio.

Tiziano
Ritratto di Tiziano
o
Iscritto: 05/06/2011
Messaggi:

Quotone per fox
Tra l'altro,aggiungo io, se i presupposti sono questi rischiamo di tornare in D/C con un comprensorio ancora più disgregato dal punto di vista calcistico,a causa delle scaramucce che stiamo vedendo in questi giorni e che potrebbero esserci (spero di no) anche con le aquilane di Promozione ed Eccellenza.
Purtroppo,a causa della nostra disastrosa storia,soprattutto recente,queste squadre ci vedono come "loro pari" e non come la squadra principale del comprensorio da tifare a prescindere insieme alla squadra della loro frazione o del paese (come avviene invece nel pescarese ad esempio).
Soluzione? Non fare mai campionati sotto la C (facile a dirsi)

Tiziano
Ritratto di Tiziano
o
Iscritto: 05/06/2011
Messaggi:

Ah e ovviamente,evitare di fallire ogni 5 anni

lorenzo
Ritratto di lorenzo
o
Iscritto: 30/08/2011
Messaggi:

È proprio come dice Fox...vai a fare la serie B e vedi se non ti vengono allo stadio quelli di pizzoli o di Villa sant’angelo

bocca
o
Iscritto: 18/05/2011
Messaggi:

Impossibile non essere d'accordo. L'unica cosa, forse, non mi sentirei di mischiare Genzano (così come San Francesco ed altri)nel calderone dei "nemici". Personalmente ritengo importante riuscire a non inimicarsi anche chi, nonostante tutto, nel territorio, abbia ancora voglia di sentirsi Aquilano.

__________________

Unguibus et rostro

Gianni72
o
Iscritto: 10/06/2018
Messaggi:

Grazie Bocca per la precisazione, è proprio così, anche se Fox secondo me aveva fatto semplicemente un elenco di avversari senza analizzare nello specifico...

Tiziano
Ritratto di Tiziano
o
Iscritto: 05/06/2011
Messaggi:

lorenzo ha scritto:
È proprio come dice Fox...vai a fare la serie B e vedi se non ti vengono allo stadio quelli di pizzoli o di Villa sant’angelo

Basterebbe anche una buona C

fox
o
Iscritto: 07/02/2008
Messaggi:

Gianni72 ha scritto:
Grazie Bocca per la precisazione, è proprio così, anche se Fox secondo me aveva fatto semplicemente un elenco di avversari senza analizzare nello specifico...

Non solo, non volevo neanche dare l'accezione di nemico, ma sottolineare quanto è venuto naturale a persone che hanno ancora il simbolo dell'Aquila Calcio sui social network, riconoscersi subito in un'altra dimensione locale. Credo che in un altro contesto le squadre avversarie, soprattutto quelle più vicine, sarebbero state ben felici di farsi da parte, anzi, facendo questo si sarebbero quasi sentite parte attiva del progetto di rinascita della squadra più importante.

fox
o
Iscritto: 07/02/2008
Messaggi:

lorenzo ha scritto:
È proprio come dice Fox...vai a fare la serie B e vedi se non ti vengono allo stadio quelli di pizzoli o di Villa sant’angelo

Il mio discorso, però, è un po' diverso. Non sto parlando del tifoso occasionale o non sto facendo la differenza fra quanto attirerebbe L'Aquila in serie B rispetto a L'Aquila in Prima Categoria. Quello è abbastanza scontato. Quello che voglio far passare è che la nostra storia, tutto sommato, vede più "strana" L'Aquila Calcio in serie B che non L'Aquila Calcio in Prima Categoria e questo emerge drammaticamente oggi nel nostro campionato. Non credo che se la stessa sorte fosse toccata al Pescara, a Montesilvano e Città Sant'Angelo e Pianella avrebbero avuto lo stesso atteggiamento (città e società) di Pizzoli e Villa Sant'Angelo. E con questo non sto neanche giudicando e accusando l'atteggiamento di Villa Sant'Angelo, Pizzoli e Fossa. Ne prendo semplicemente atto e mi rendo conto di quanto conti poco la nostra città nel calcio.

Geronimo
o
Iscritto: 12/03/2012
Messaggi:

C'è anche da dire che noi per molti anni non abbiamo fatto molto per coinvolgere i comuni del territorio. Come se non esistessero o buoni solo per prelevare qualche piccolo talento.
Oggi si prendono la rivincita.
Poi sinceramente confondere qualche dirigente con la popolazione di un paese è alquanto azzardato.

__________________

L'unica battaglia persa è quella che non si combatte

administrator
Ritratto di administrator
o
Iscritto: 09/08/2006
Messaggi:

Tutto vero, ma anche stare in Lega Pro e lasciare i buffi ad ogni paese in cui ti allenavi non ci ha aiutato.
E pensare che gli stessi che lasciavano i buffi adesso stanno strisciando nelle stesse zone per prendersi piu ricostruzione possibile... CHE SCHIFO

__________________

Fino alla fine L'AQUILA CALCIO...

mirko75
o
Iscritto: 22/02/2007
Messaggi:

administrator ha scritto:
Tutto vero, ma anche stare in Lega Pro e lasciare i buffi ad ogni paese in cui ti allenavi non ci ha aiutato.
E pensare che gli stessi che lasciavano i buffi adesso stanno strisciando nelle stesse zone per prendersi piu ricostruzione possibile... CHE SCHIFO

Questo è un vero schifo.